Seguici su

Cronaca

Famiglia, Fedriga: “Il tema è al centro dell’agenda politica”

“Gli interventi posti in essere, infatti, non sono ‘una tantum’ e rappresentano uno strumento concreto di crescita sociale ed economica per il nostro territorio”

Pubblicato

il

FVG – “La famiglia è al centro delle politiche della Regione e viene sostenuta con misure strutturali che vogliamo proseguire a implementare. Gli interventi posti in essere, infatti, non sono ‘una tantum’ e rappresentano uno strumento concreto di crescita sociale ed economica per il nostro territorio. L’Amministrazione regionale continuerà a rafforzare la famiglia, uno dei pilastri su cui l’azione dell’Esecutivo regionale si è concentrata in questa legislatura”.  Lo ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, intervenendo con un video messaggio all’evento “Famiglia al centro” tenuto oggi nell’auditorium Comelli a Udine con l’assessore regionale al Lavoro, Formazione, Istruzione, Ricerca, Università e Famiglia, Alessia Rosolen.
Fedriga ha tracciato una fotografia delle politiche regionali a favore del comparto a partire dall’istituzione, ad inizio legislatura, del servizio dedicato, fino a tutti gli interventi normativi, non ultimo la legge quadro del settore.

Fra i dati comunicati dal governatore quello relativo ai servizi 0-6. “Sono incrementate in modo considerevole le risorse stanziate rispetto agli anni precedenti così come l’ampia partecipazione delle strutture – ha riferito -. Oggi il sistema dei servizi 0-6 anni vanta 821 strutture con più di 32mila minori coinvolti, la Regione per l’anno 2022-23 ha immesso risorse per lo specifico settore pari a 10.787.000 euro. E ammontano a ulteriori 25 milioni di euro le risorse per azzerare le rette per i servizi della prima infanzia; un intervento che non riguarda solo le famiglie con redditi più bassi ma che coinvolge una platea più vasta: abbiamo infatti introdotto un Isee fino a 50 mila euro per poter accrescere i beneficiari della misura così da rendere più generalizzato l’intervento”.
Triplicate dal 2018 ad oggi le risorse annuali per garantire l’accesso ai servizi per la prima infanzia alle famiglie “si è passati da 7,5 milioni nell’anno educativo 2017-18 – ha chiarito Fedriga – ai 25,5 milioni del 2022-23”. L’80% delle famiglie che accedono a un servizio educativo prima infanzia hanno il contributo regionale.

Il governatore ha poi ricordato i quasi 30 milioni di euro stanziati a favore  del diritto allo studio 2022-23 suddivisi in ‘dote scuola’ (3.205.450 euro), contributi per studenti scuole paritarie (879.570 euro), borse di studio per studenti universitari (23.232.946 euro) e comodato gratuito libri di testo (2 milioni di euro). Un passaggio del video messaggio ha riguardato anche i 24 milioni di euro per la dote famiglia nel 2022 a favore dell’attività educativa extrascolastica.
Fedriga ha dato conto, infine, di alcuni risultati frutto delle politiche regionali complessive fra cui quelli inerenti i livelli di occupazione femminile in Friuli Venezia Giulia “che – ha riferito – si attestano al 62,5% contro una media nazionale del 49,4%. La nostra percentuale supera anche quelle presenti in territori in cui le performance sono buone come nel Nord-Ovest pari al 58,9% e nel Nord-Est 59,9%”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?