Seguici su

Cronaca

Compra una consolle di videogiochi, ma è una truffa

Pubblicato

il

TOLMEZZO – Lieto fine per una truffa online in cui è rimasto coinvolto un residente di Tolmezzo. A fine giugno il cittadino si era rivolto alla Polizia Locale carnica segnalando una truffa subita ad aprile. Dopo aver acquistato una consolle di videogiochi sulla piattaforma di vendita online E-Bay e versato 610 euro, la merce non è stata consegnata nonostante i continui solleciti rivolti al venditore che, durante i vari contatti, ha usato false generalità esibendo una carta di identità non propria.

Ulteriori complicazioni: il venditore utilizzava un cellulare intestato ad un cittadino del Bangladesh per inviare i messaggi al truffato e il pagamento della merce era stato corrisposto tramite bonifico su un conto online riconducibile ad una carta la cui cessazione era avvenuta subito dopo la ricezione del denaro.

Gli Agenti del nucleo di polizia giudiziaria della Polizia Locale, coordinati dal Comandate Commissario Superiore Alessandro TOMAT, hanno quindi avviato una complessa attività investigativa, riuscendo a risalire al truffatore, un ventenne del casertano, risultato titolare e intestatario del conto sul quale erano stati versati i soldi.

Le successive indagini, con la collaborazione e il supporto del Commissariato della Polizia di Stato di Marcianise (Caserta), hanno portato ad una perquisizione durante la quale sono stati rinvenuti la scheda sim utilizzata dal truffatore e il contratto del conto collegato alla carta utilizzata per ricevere il pagamento. Il ventenne casertano, in qualità di indagato per il reato di truffa ai sensi dell’articolo 640 del Codice Penale, ha ammesso, in sede di interrogatorio, la propria colpevolezza.

La vicenda si è conclusa nei primi giorni di dicembre in modo positivo per il cittadino di Tolmezzo, con la restituzione dell’intera somma. Il Comandante Tomat evidenzia come risulti assolutamente necessario da parte dei cittadini tenere sempre alta l’attenzione, in quanto tentativi di truffa e raggiri sono all’ordine del giorno e sempre più subdoli, andando a colpire tutti indistintamente.

Proprio per contribuire a contrastare questo tipo di fenomeni, la Polizia Locale carnica ha realizzato recentemente, grazie al finanziamento della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Direzione centrale autonomie locali, funzione pubblica, sicurezza e politiche dell’immigrazione Servizio polizia locale, sicurezza e politiche dell’immigrazione – e alla collaborazione ed esperienza dell’I.R.S.S. un opuscolo informativo con alcuni consigli utili contro i raggiri e altre problematiche, per prevenire e affrontare con consapevolezza ogni insidia in termini di sicurezza. L’opuscolo è stato distribuito ed è disponibile nelle sedi comunali della Carnia.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?