Seguici su

Eventi & Cultura

Natura: Zannier plaude alla riserva di Cornino, “riferimento internazionale”

L’assessore ha anticipato che ci saranno ulteriori progetti da realizzare e da progettare assieme, avendo chiari gli obiettivi

Pubblicato

il

FORGARIA DEL FRIULI – L’Amministrazione del Friuli Venezia Giulia assieme al sistema delle aree protette regionali e con la revisione della legge regionale 42 del 1996 sui parchi e riserve naturali è riuscita a dare nuove opportunità di sviluppo anche di carattere turistico, sempre nel rispetto della fondamentale finalità conservazionistica a queste zone. Grazie alla possibilità di garantire le coperture finanziare sul triennio e non più annualmente si permette una migliore programmazione delle attività. La riflessione è dell’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, Stefano Zannier, intervenuto oggi alla liberazione di tre maestosi esemplari di grifone, fra i 2 e i 3 anni d’età che hanno spiccato di nuovo il volo dopo essere stati curati e inanellati ai fini del monitoraggio scientifico. Una libertà riconquistata nella Giornata internazionale degli avvoltoi, tradizionale data di “Vivi e liberi di volare”, evento di punta della programmazione annuale della Riserva naturale regionale del lago di Cornino. Liberati sempre oggi anche 3 civette, un allocco, un gheppio, un astore, una poiana e un corvo imperiale.

L’assessore ha anticipato che, per quanto concerne la Riserva naturale del lago di Cornino, ci saranno ulteriori progetti da realizzare e da progettare assieme, avendo chiari gli obiettivi. Un ringraziamento l’ha rivolto in particolare ai gestori dei Cras-Centri di recupero animali selvatici di Udine e Pordenone, presente Maurizio Zuliani, esteso a tutte le realtà di recupero della fauna selvatica il cui impegno spesso non è abbastanza riconosciuto. I tre grifoni liberati oggi sono stati battezzati Mir, “pace” in russo, Giove Pluvio, come auspicio contro la siccità, e Universitas, in omaggio alla collaborazione dell’Università di Udine al Progetto Grifone.
La Riserva di Cornino, secondo l’assessore regionale, è un patrimonio importante per il nostro territorio e punto di riferimento internazionale da continuare a sostenere. L’evento odierno è diventato una consuetudine e rappresenta la grande collaborazione fra l’Amministrazione regionale e il sistema delle riserve naturali, oggi in particolare con quella del lago di Cornino.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?