Seguici su

Cronaca & Attualità

Energia: Scoccimarro, con Smart Grid passo avanti verso il Green deal

Smart Grid è finalizzato a realizzare interventi straordinari per favorire la riduzione delle emissioni di Co2

Avatar

Pubblicato

il

TRIESTE – “Il progetto ‘Smart Grid’ presentato da AcegasApsAmga e aggiudicatario di un finanziamento di 18 milioni del Pnrr è un ulteriore passo avanti nella marcia del Friuli Venezia Giulia verso il conseguimento degli obiettivi del Green deal europeo con cinque anni di anticipo rispetto al 2050”. Lo ha affermato l’assessore regionale alla Difesa dell’ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile Fabio Scoccimarro, che ha raggiunto oggi il salotto Azzurro del municipio triestino, sede della conferenza stampa di presentazione, al termine di una visita nell’ex ferriera di Servola. Smart Grid è finalizzato a realizzare interventi straordinari per favorire la riduzione delle emissioni di Co2, abilitando l’incremento dell’elettrificazione dei consumi finali e accrescendo la cosiddetta “hosting capacity”, ovvero la capacità della rete elettrica di Trieste di accogliere e gestire energia da fonti rinnovabili.

“Proprio nel mio sopralluogo di oggi a Servola – ha riferito Scoccimarro – ho riflettuto sul fatto che progetti come Smart Grid contribuiscono in maniera eccezionale a concretizzare in impresa e lavoro sostenibili il risultato raggiunto con la riconversione dell’area a caldo di quello che oggi è l’ex stabilimento siderurgico. Pensiamo infatti che cosa significhi, anche nel dopo Ferriera, il via vai di navi nelle nuove banchine in cui i motori restano sempre accesi inquinando l’aria e disturbando la gente con il rumore”. Tra gli obiettivi dello Smart Grid spicca proprio la realizzazione di impianti che alimentano i terminali portuali e consentono alle navi ormeggiate di spegnere i motori continuando a utilizzare i servizi di bordo.
Come ha spiegato l’amministratore delegato di AcegasApsAmga Roberto Gasparetto, intervenuto alla conferenza stampa insieme al sindaco Roberto Dipiazza e al presidente dell’Autorità di sistema portuale Zeno D’Agostino, i finanziamenti del progetto consentiranno di realizzare una nuova cabina primaria per la ricezione dell’energia del gestore Terna e di automatizzare il funzionamento delle cabine secondarie. Ne trarrà beneficio, oltre alla qualità dell’aria, anche la distribuzione di energia nelle colonnine di ricarica che alimentano i veicoli elettrici.

“La Regione – ha concluso Scoccimarro – è impegnata ad accelerare la transizione energetica, che richiede un cambio culturale insieme a investimenti e infrastrutture che permetteranno al Friuli Venezia Giulia e a Trieste di contemperare una posizione di avanguardia dal punto di vista ecologico e di primato sotto il profilo della vocazione portuale e industriale”.
Come ha reso noto Gasparetto, la progettazione degli interventi Smart Grid sarà completata nel 2023 dalla multiutility, mentre la loro realizzazione inizierà a fine anno per concludersi nel 2025.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità