Seguici su

Cronaca

Con “Il mondo ha bisogno delle donne” Despar raccoglie 100 mila euro per Asugi

Consegnato l’assegno frutto delle 263.801 donazioni effettuate dai clienti nei punti vendita della regione

Avatar

Pubblicato

il

GORIZIA – È stato consegnato nelle mani di Antonio Poggiana, direttore generale  dell’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina (Asugi) l’assegno da 100.092,04 euro, raccolti attraverso l’iniziativa “Il mondo ha bisogno delle donne”, la raccolta fondi promossa da Aspiag Service, concessionaria dei marchi Despar, Eurospar e Interspar per il Triveneto, l’Emilia-Romagna e la Lombardia, che quest’anno sosterrà realtà e associazioni impegnate nella tutela della salute e del benessere delle donne.
Nei punti vendita Despar, Eurospar e Interspar del Friuli-Venezia Giulia la raccolta fondi, che si è svolta dal 20 febbraio all’8 marzo, ha visto una grande partecipazione da parte dei clienti dell’insegna dell’abete che, al momento del pagamento della spesa, hanno scelto di arrotondare lo scontrino per 263.801 volte, donando così direttamente in cassa una cifra complessiva di 100.092,04 euro.
I fondi raccolti in Friuli-Venezia Giulia sono stati destinati all’acquisto di strumenti e apparecchiature mediche per gli Ambulatori di Senologia e Oncologia Femminile dell’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina (Asugi), che rappresentano un punto di riferimento regionale per la cura di pazienti affette da neoplasie femminili. Nello specifico, verranno acquistati: un ecografo, necessario per controllare le lesioni mammarie non palpabili e al follow up delle donne sottoposte a trattamenti neoadiuvanti, otto poltrone reclinabili per la chemioterapia e un elettrocardiografo necessario a monitorare alcuni possibili effetti collaterali da farmaci oncologici e ad eseguire tracciati ECG in loco.

Alla consegna dell’assegno che si è svolta venerdì 10 marzo presso l’ospedale di Gorizia Fatebenefratelli hanno partecipato Antonio Poggiana direttore generale Asugi, Giuseppe Stacul dirigente SC Chirurgia generale, Rodolfo Ziberna sindaco di Gorizia, Fabrizio Cicero direttore regionale Despar (Aspiag Service) per il Friuli Venezia Giulia, Tiziana Pituelli responsabile marketing e Ufficio stampa Despar per il Friuli Venezia Giulia e il vicegovernatore e assessore con delega alla Salute della Regione Friuli-Venezia Giulia Riccardo Riccardi.
La comunità del Friuli Venezia Giulia si è dimostrata ancora una volta generosa e vicina a chi è nella necessità e sta attraversando un delicato momento di difficoltà: grazie alle offerte fatte a fine spesa da clienti e dipendenti di Despar, potranno essere acquistate importanti strumentazioni per la prevenzione e la cura di neoplasie che colpiscono le donne.
È quanto è stato espresso da Riccardi, che ha ringraziato l’azienda per la sua costante e concreta vicinanza alla popolazione della regione: l’assegno consegnato oggi, difatti, è solo l’ultimo di una serie di contributi di grande valore di cui si è fatta carico questa importante realtà aziendale; gesti che la legano strettamente al territorio e che hanno permesso alle Aziende sanitarie di disporre di nuove e moderne strumentazione e di migliorare gli spazi dedicati ai pazienti.
Il direttore Poggiana ha commentato: “Non posso che ringraziare Despar per aver scelto di destinare gli introiti di questa raccolta Fondi alla nostra Azienda dimostrando grande sensibilità verso il territorio e riconoscendo il nostro impegno in prima linea nella lotta al cancro attraverso le nostre strutture: l’Oncologia e l’ambulatorio di Senologia. Il titolo dell’iniziativa parla della necessità delle donne: “Il mondo ha bisogno delle donne” recita, e noi che lavoriamo nell’ambito della salute e della cura vediamo ogni giorno quanto lo loro presenza e il loro operato sia fondamentale; e non mi riferisco soltanto a tutte le operatrici sanitarie (di tutti i livelli) che agiscono con grandissima professionalità ed empatia nei nostri reparti, nei nostri distretti e a domicilio, ma anche alle tantissime madri, sorelle, figlie, compagne che ogni giorno assistono i propri famigliari bisognosi di assistenza con una cura e dedizione unica. Il mio più sincero grazie a tutte le donne e alle persone che hanno reso questa iniziativa possibile”.

Fabrizio Cicero, ha aggiunto: “Anche quest’anno ‘Il mondo ha bisogno delle donne’, iniziativa charity giunta ormai alla nona edizione, ha dimostrato la grande sensibilità e generosità dei nostri clienti che hanno donato per la causa una somma importante, oltre che dei nostri collaboratori, grazie ai quali questa raccolta fondi ha potuto crescere e continuare negli anni con sempre maggiore successo. Questa iniziativa di charity è una delle attività più sentite dal mondo Despar e testimonia come la nostra azienda, dove circa il 65% dei collaboratori è donna, scelga di essere in maniera fattiva in prima linea sui temi che riguardano l’universo femminile. Il filo conduttore che unisce le associazioni destinatarie dei fondi in tutte le regioni dove siamo presenti è quest’anno la tutela della salute e del benessere delle donne. Per questo abbiamo scelto di destinare i fondi raccolti in Friuli-Venezia Giulia ad una realtà di eccellenza come ASUGI che affianca le donne affette da neoplasie fornendo loro cure e sostegno durante questo difficile percorso. La somma consegnata oggi contribuirà all’acquisto di strumentazione medica per migliorare e rendere sempre più efficienti i servizi di due reparti all’avanguardia di questa struttura che rappresenta un punto di riferimento regionale e non solo per la ricerca e la cura dei tumori che colpiscono le donne. Promuovere iniziative come questa è dunque il nostro modo per essere concretamente vicini ai bisogni delle persone e dei territori che ci ospitano”.
“Il mondo ha bisogno delle donne” è un’iniziativa sociale attiva in tutte le regioni in cui Despar (Aspiag Service) è presente: oltre all’Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina (ASUGI) sono stati scelti come destinatari dei fondi raccolti: la ISSA School (International School of Surgical Anatomy) dell’IRCSS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar di Valpolicella (VR) per il Veneto, la Breast Unit dell’Ospedale Bellaria di Bologna per l’Emilia-Romagna, l’associazione endometriosi Alto Adige “Noi con voi” per l’Alto Adige, l’associazione  “La voce di una è la voce di tutte ODV” per il Trentino, e Welfare Care Società Benefit per la Lombardia.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?