Seguici su

Cronaca & Attualità

La Protezione civile Fvg pronta a partire per aiutare l’Emilia alluvionata

Sarà inviata una motopompa ad altissime prestazioni di recente acquisizione

Avatar

Pubblicato

il

FVG – “La colonna mobile della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia è pronta a partire per raggiungere l’Emilia-Romagna andando a dare supporto alle popolazioni colpite dall’alluvione. Ancora una volta è stata chiesta la nostra disponibilità: abbiamo dato immediato assenso nelle prime ore di oggi”. A darne notizia l’assessore regionale con delega alla Protezione civile Riccardo Riccardi.
“L’attivazione è arrivata intorno all’una e mezza di questa notte e già di prima mattina ci siamo collegati in videoconferenza per partecipare alla Commissione speciale di Protezione civile, per capire quali fossero le necessità delle popolazioni colpite dalla calamità e quali fossero le esigenze delle istituzioni locali” ha spiegato Riccardi.

“Stiamo raccogliendo le disponibilità dei volontari delle squadre comunali di Protezione civile della nostra Regione – ha aggiunto Riccardi -. A loro va il nostro ringraziamento per la sempre grande generosità dimostrata in situazioni di emergenza che riguardano territori colpiti da severe calamità. Sappiamo di poter contare su volontari formati”.
In mattinata è stata inviata la disponibilità dei mezzi che andranno a comporre la colonna mobile; tra questi una motopompa di altissime prestazioni, capace di aspirare liquidi, anche acqua sporca come nel caso delle alluvioni, in tempi brevissimi.

Il mezzo, unico nel suo genere nel panorama italiano dei sistemi studiati per la gestione delle emergenze, è un recente acquisto dalla Protezione civile Friuli Venezia Giulia. Ha una capacità di 800 metri cubi/ora, con una prevalenza di 67 metri, e andrà ad affiancarsi a un’idrovora con capacità di aspirazione di 2500 litri al minuto, ad altre tre  motopompe, a 8 moduli aib, a una terna, a un bob carrellato autonomo, e a una macchina operatrice.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?