Seguici su

Eventi & Cultura

PerForma: l’arte performativa arriva nei paesaggi del vino

All’azienda agricola “Colmello di Grotta”, a Farra d’Isonzo saranno presentate tre performance/installazioni multimediali site specific nate dalla collaborazione tra artisti e imprenditori

Avatar

Pubblicato

il

Arti performative e vino. La nuova edizione di PerForma – progetto di Quarantasettezeroquattro con il contributo di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il patrocinio del Comune di Farra d’Isonzo, realizzato in partenariato con le associazioni Invasioni Creative, Arearea, Io Deposito, Corsia d’Emergenza, Maja, Momo, e Consorzio Vini Collio, Young For Fun, Festival Pergine, Cooperativa Puntozero – non a caso quest’anno è stata denominata “Danza e installazioni multimediali nei paesaggi del vino”. Sabato 27 maggio, dalle 18, all’azienda agricola “Colmello di Grotta”, a Farra d’Isonzo (via Gorizia, 133) saranno presentate tre performance/installazioni multimediali site specific nate dalla collaborazione tra artisti e imprenditori. Sarà anche l’occasione per scoprire l’azienda agricola Colmello di Grotta e degustarne i vini. L’ingresso è gratuito, ma la prenotazione è consigliata scrivendo via whatsapp o sms al 3288533125. Tutte le info su www.quarantasettezeroquattro.it

“DECANTHANS TEMPUS: UN VIAGGIO ATTRAVERSO I PAESAGGI SONORI” (di Yilin Zhu, Matteo Bernardini con il tutor IoDeposito) > Un’installazione multimediale che propone un’esperienza meditativa e immersiva in cui i visitatori sono invitati a riflettere sul trascorrere del tempo nell’area storica del Collio. Dalle 18 a ciclo continuo (5 persone per replica), durata 20’

“LA VITE IMMAGINATA. CYBORG PERFORMANCE SUI LUOGHI DEL VINO” (Di Cora Gasparotti con tutor Invasioni Creative) > Il corpo della performer, ibridato da sensori, guiderà un’esperienza rituale personale e di comunità che permetterà al visitatore di vivere i paesaggi attraverso la sua esperienza e quella del suo compagno di viaggio Emo, un pet robot. Dalle 18 a ciclo continuo (5 persone per replica), durata 20’.

“FIORITURE AUTORITRATTE. SPETTACOLO DI DANZA CONTEMPORANEA” (di Irene Ferrara e Marco Pericoli con tutor Arearea) > Un vaso, due danzatori fioriscono e sfioriscono, a tratti appassiscono solitari e a tratti si ritrovano a danzare insieme, con i piedi nella terra di un piccolo giardino condiviso. Ci chiediamo, che clima c’è? In quella terra che ha visto amore, pace, odio, guerra. Abbiamo piedi o radici? Dalle 18.30, durata 30’.

LA RESIDENZA ARTISTICA – L’edizione 2023, come detto, è dedicata al settore vitivinicolo e pone al centro dell’attenzione l’area del Collio-Isonzo, con l’intento di esplorare e raccontare attraverso i linguaggi performativi, luoghi, paesaggi, pratiche lavorative, storie di vita e di lavoro. I due danzatori, e i tre artisti multimediali, hanno partecipato a due settimane di residenza artistica ospiti di Colmello di Grotta, Marco Felluga – Russiz Superiore, Gradis’ciutta e Tasting academy, con il tutoraggio di tre realtà regionali affermate nell’ambito dell’arte e delle performance: la Compagnia Arearea, Io Deposito e Invasioni Creative. In occasione della restituzione in programma il 27 racconteranno una terra, una comunità e le pratiche produttive attraverso delle performances che metteranno in gioco i linguaggi della danza e dell’audiovisivo.

PERFORMA – Il progetto si pone l’obiettivo di far emergere, raccontare e valorizzare il legame fra imprese e specifici territori nell’ambito regionale attraverso un lavoro che coniughi ricerca storico-etnografica, espressioni artistiche contemporanee e innovazione. Ogni anno, il progetto si focalizza su un settore produttivo specifico che si caratterizza per un profondo legame con il territorio, l’ambiente e la comunità.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?