Seguici su

Cronaca & Attualità

Passaggi a livello, in Commissione chiesto un accordo di programma per il nodo di Udine

Audizione dei parlamentari Serracchiani, Rizzetto e Pizzimenti. La posizione del Pd

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – “Un accordo di programma cui partecipano tutti i soggetti competenti e interessati, Regione Fvg, Comune di Udine, Rfi e Mit, in cui si stabiliscono tempi e modi per reperire i fondi necessari al completamento del nodo ferroviario di Udine, indispensabile per l’eliminazione dei passaggi a livello in città. Il problema non è trovare le risorse ma metterle a sistema”. E’ la proposta della deputata Debora Serracchiani (Pd) formulata in serata a Udine, nel corso dell’audizione dei parlamentari eletti in Friuli Venezia Giulia (presenti Walter Rizzetto di FdI e Graziano Pizzimenti della Lega) di fronte alla Seconda commissione Territorio e Ambiente del Comune di Udine.

La deputata ha spiegato che “Rfi ha tempi di progettazione molto lunghi, spesso più lunghi dei lavori e dunque prima si reperiscono e finalizzano i 130 milioni mancanti, prima può partire la progettazione, che deve iniziare entro il 2025, se si vuole avere l’opera realizzata nel 2029-30, altrimenti i tempi slitteranno ancora”. Ricordando che “nel 2010 l’Europa ha costruito i corridoi Ten-T sui porti” Serracchiani ha precisato che “rafforzare i porti regionali e metterli in raccordo con gli interporti è funzionale agli interessi di Udine e di Trieste, che non vanno messi in contrapposizione ma anzi devono stare insieme”.
“Le stazioni dismesse – ha aggiunto la parlamentare indicando l’esempio di Milano – possono essere rivitalizzate e diventare luoghi di aggregazione sociale”.

“Esprimiamo particolare soddisfazione per la disponibilità unanime dichiarata dai rappresentanti del territorio e confermiamo l’impegno dell’amministrazione e del Consiglio comunale per la risoluzione del problema dei passaggi a livello e quindi per realizzare una vera e propria rigenerazione urbana di Udine”. Così il presidente II commissione Territorio e Ambiente Matteo Mansi e il capogruppo PD consiglio comunale Iacopo Cainero, al termine delle audizioni dedicate all’ascolto dei soggetti impegnati per la dismissione dei passaggi a livello nella città. “Confidiamo che lo spirito costruttivo emerso in questi incontri – hanno aggiunto i due esponenti comunali – si concretizzi in un documento che dia impulso alla realizzazione di un intervento capace di imprimere un cambiamento storico a Udine”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

In primo piano