Seguici su

Cronaca

Rifugi alpini da preservare: la Regione coinvolge le penne nere

Annunciati gli interventi finanziati dal progetto “Rifugi Ana” con un contributo regionale di 300.000 euro

Avatar

Pubblicato

il

FVG – “I rifugi alpini rappresentano un patrimonio inestimabile per il territorio non solo come occasione di svago e ristoro per gli escursionisti, ma anche come preziosa testimonianza del nostro passato. L’amministrazione regionale ha dedicato una specifica linea contributiva per preservare la memoria di questo patrimonio storico e culturale, spesso legato ai sanguinosi avvenimenti delle due Guerre mondiali. Assegnando agli alpini questa attività di recupero vogliamo porgere un segno di profonda gratitudine alle penne nere per il loro infaticabile impegno a servizio della comunità”. Con queste parole il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Cultura Mario Anzil è intervenuto oggi a Udine alla conferenza “Interventi di ripristino e riqualificazione di rifugi e sentieri di competenza delle sezioni Alpini del Friuli Venezia Giulia”, in cui sono stati annunciati gli interventi finanziati dal progetto “Rifugi Ana” con un contributo regionale di 300.000 euro. All’incontro hanno partecipato, tra gli altri, i presidenti di sezione Ana Dante Soravito de Franceschi (Udine), Ilario Merlin (Pordenone) e Antonio Ruocco (Cividale), oltre a diversi amministratori dei Comuni in cui saranno realizzati gli interventi.

“Guardando al futuro è difficile pensare alle nostre comunità senza il contributo degli Alpini – ha aggiunto Anzil – , vere colonne portanti nella nostra società capaci di moltiplicare con opere fattive il valore delle risorse affidategli. E questo avviene tanto nell’ambito della gestione di strutture come i rifugi quanto in manifestazioni benefiche e nei servizi sociali”.
Il vicegovernatore ha ribadito l’impegno della Regione nell’offrire al territorio “una cultura policentrica e polifonica, garantendo alla cittadinanza l’opportunità di esprimere la propria voce. Auspico che la ‘voce’ delle Penne nere continui a farsi sentire nel tempo e che l’esempio trasmesso dallo spirito alpino venga raccolto un domani dalle nuove generazioni”.
Le opere finanziate saranno a carico delle sezioni Ana di Udine, Cividale e Pordenone e riguarderanno il rifugio dell’8° Reggimento Alpini a San Cason di Lanza (Paularo), la baita “Marsinka Planina” sul monte Matajur (Pulfero), la baita alpina di Piancavallo, il rifugio Julia a Forchia (Meduno), la baita degli Alpini a Cuol (Barcis) e la baita alpina in Val Da Ros (Clauzetto).

“Gli Alpini non sono solo, da sempre, fonte di grande orgoglio per la regione e per la nazione ma incarnano anche i valori della solidarietà e dell’altruismo, sapendo realizzare interventi concreti e attuando quel modo di fare semplice che contraddistingue tanti friulani e italiani. La loro presenza e il loro contributo sono stati determinanti nei periodi più difficili dell’Italia, ma sanno anche essere fonte di giovialità e spirito di gruppo”. Lo sottolinea, in una nota, il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Markus Maurmair. “La buona volontà e l’esperienza del mondo degli Alpini, sulla scia di quella che è stata una delle loro prime missioni, l’amore per la montagna, ha permesso la realizzazione o il recupero di rifugi e baite. Spesso si tratta di luoghi dove cento e più anni fa purtroppo risuonavano i boati delle bombe, e quindi spazi della memoria a testimonianza della storia contemporanea. Oggi questi rifugi sono meta degli appassionati di montagna, ma anche spazi con finalità di soggiorno”, aggiunge il consigliere di Maggioranza. “Concedere un contributo alle sezioni Ana per la manutenzione e valorizzazione di queste realtà, legate appunto anche alla memoria storica delle battaglie combattute nei nostri territori, è quindi doppiamente importante per poter far comprendere la storia e arricchire le forme di attrazione turistica”. Maurmair è intervenuto alla conferenza stampa che verteva proprio sugli interventi di ripristino e riqualificazione di rifugi e sentieri di competenza delle sezioni Ana del Friuli Venezia Giulia, incontro al quale ha partecipato anche il vicegovernatore con delega alla Cultura, Mario Anzil.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?