Seguici su

Cronaca

Giorno della Memoria, il sindaco alla celebrazione dell’Associazione ex deportati

De Toni ha tenuto a sottolineare il grande impegno della città nei confronti della Memoria della Shoah

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – Nella mattinata di sabato 27 gennaio, presso il monumento dedicato ai deportati di piazzale Renato Del Din si è tenuta la cerimonia per il Giorno della Memoria, nel corso della quale il sindaco di Udine Alberto Felice De Toni, insieme al presidente della sezione cittadina dell’Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti Marco Balestra ha deposto una corona celebrativa in onore di tutte le vittime della barbarie dei campi di concentramento e sterminio nazifascisti.

Nel corso del suo intervento De Toni ha tenuto a sottolineare il grande impegno della città nei confronti della Memoria della Shoah: “Ho avuto l’onore di rappresentare la città in diverse celebrazioni quest’oggi, segno di come il dovere della Memoria sia un compito che Udine ogni anno si assume con piena consapevolezza della sua importanza nei confronti di un passato che ha visto tristemente protagonista l’Italia, ma anche del futuro”, ha detto.

ll sindaco ha poi voluto sottolineare la folta presenza di giovani alla commemorazione odierna. “Spetterà a loro l’onere, ma soprattutto l’onore di portare la staffetta della Memoria delle atrocità del nazifascismo, impedendo che la sua forza venga meno, lasciando spazio all’indifferenza e all’oblio di un passato senza libertà. Il progetto nazista di genocidio di un popolo e delle minoranze è un’eredità tristemente nata in Europa, che noi tutti, come cittadini liberi, abbiamo il dovere di superare ogni giorno mirando alla coesione sociale e ai diritti universali, sociali e civili delle persone, puntando sulla mobilitazione civile dei giovani, padroni della libertà del futuro”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?