Seguici su

Trieste

Presentato il progetto Edison di riqualificazione dell’illuminazione pubblica di Trieste

Trieste avvia un ambizioso progetto di riqualificazione dell’illuminazione pubblica in collaborazione con Edison Next. Tra innovazione tecnologica e sostenibilità, la città si prepara a diventare una delle prime smart city italiane, migliorando la sicurezza e riducendo le emissioni di CO2

Avatar

Pubblicato

il

Salotto azzurro: presentazione del progetto "illuminazione pubblica" a Trieste -Edison
Salotto azzurro: presentazione del progetto "illuminazione pubblica"

TRIESTE – Ieri, nel prestigioso Salotto Azzurro, si è tenuta la conferenza stampa dal titolo “Illuminazione pubblica: il partenariato pubblico-privato tra il Comune ed Edison Next per una città smart e sostenibile”. Durante l’evento, il sindaco Roberto Dipiazza, l’assessore comunale al Project Financing Everest Bertoli, Raffaele Bonardi, Direttore Business to Government di Edison Next, e Domenico Cervelli, Direttore Area Nord-Est Business to Government di Edison Next, hanno illustrato i dettagli del nuovo progetto di riqualificazione energetica e tecnologica dell’illuminazione pubblica di Trieste.

Un progetto per una città più sostenibile

Il sindaco Roberto Dipiazza ha aperto la conferenza con un caloroso benvenuto: “Benvenuti a Trieste, ritengo che il gruppo Edison non abbia bisogno di presentazioni. Il mio desiderio è di migliorare ulteriormente la città e, grazie alla riqualificazione dell’illuminazione pubblica, di aumentare anche la sicurezza. Vi auguro quindi buon lavoro.” L’obiettivo principale del progetto è migliorare la sicurezza cittadina attraverso una illuminazione pubblica più efficiente e tecnologicamente avanzata.

Foto di gruppo dopo la presentazione del progetto

Foto di gruppo dopo la presentazione del progetto

Visione di una smart city

L’assessore comunale Everest Bertoli ha enfatizzato l’importanza di questo progetto come secondo step della visione dell’Amministrazione Comunale per la rigenerazione del parco tecnologico della città. “Preciso che non stiamo parlando esclusivamente di illuminazione pubblica ma della volontà di trasformare Trieste in una delle prime smart city in Italia. Naturalmente, il risparmio energetico è molto importante, non solo per le casse del comune ma perché questi risparmi ci permetteranno di generare risorse da reinvestire in altri settori come il sociale, le scuole, le strade.”

Partnership con Edison Next

Edison Next, società del Gruppo Edison, inizierà dal primo luglio a fornire servizi di riqualificazione energetica, tecnologica, di gestione e manutenzione dell’illuminazione pubblica di Trieste. Raffaele Bonardi, Direttore Business to Government di Edison Next, ha dichiarato: “Edison Next è impegnata nella riqualificazione energetica della pubblica illuminazione di 300 città italiane. Oggi siamo felici di affiancare anche Trieste, rafforzando il nostro impegno ad accompagnare città e territori nel loro percorso di decarbonizzazione e sostenibilità.”

Benefici energetici e ambientali

Il progetto prevede un risparmio energetico annuo di oltre il 70% rispetto al 2023, con una riduzione delle emissioni di CO2 di circa 3.900 tonnellate all’anno. Gli interventi di riqualificazione includeranno l’installazione di oltre 20.000 punti luce a LED e l’integrazione di 400 nuovi punti luce, oltre a sistemi di illuminazione adattiva e telecontrollo.

Una città più interconnessa

Oltre ai miglioramenti energetici, il progetto mira a creare una città più interconnessa e tecnologicamente avanzata. Verranno installati sistemi di videosorveglianza e lettura targhe, centraline per il controllo della qualità dell’aria, stazioni per il rilevamento meteo, un sistema di smart parking, hot-spot per il wi-fi, e colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

Valorizzazione dell’arredo urbano

Il progetto include anche interventi significativi per la valorizzazione dell’arredo urbano di Trieste. Piazza Unità d’Italia e il Castello di San Giusto saranno potenziati con interventi di illuminazione architetturale, tramite l’installazione di 470 proiettori dedicati per progetti di illuminazione artistica e architettonica.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità