Seguici su

Cronaca & Attualità

Trieste, l’efficacia delle foto-trappole nella lotta al traffico di esseri umani

L’operazione “Abisso 2024” della Polizia locale di Trieste, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia, ha portato all’arresto di otto persone, dimostrando l’efficacia delle foto-trappole nel contrastare il traffico di esseri umani lungo il confine sloveno

Avatar

Pubblicato

il

Polizia locale -
Polizia locale (© Depositphotos)

TRIESTE – L’operazione “Abisso 2024“, condotta dal nucleo di polizia giudiziaria della Polizia locale di Trieste e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia, ha portato all’arresto di otto persone e ha dimostrato l’efficacia delle foto-trappole nel contrasto all’immigrazione clandestina e al traffico di esseri umani. L’operazione è stata illustrata oggi in Procura della Repubblica a Trieste.

L’operazione “Abisso 2024”, un successo contro il traffico di esseri umani

L’operazione, avviata ad aprile, ha preso di mira l’utilizzo della pista ciclo-pedonale Orlek-Trebiciano sul Carso triestino, una rotta utilizzata per condurre migranti, principalmente di origine mediorientale, in Italia attraverso il confine sloveno. L’indagine ha rivelato che circa trenta persone attraversavano a piedi questa pista ogni giorno, con un totale di circa 500 passaggi in quindici giorni. Tra questi individui sono stati identificati i presunti passeur.

L’importanza delle foto-trappole nella sicurezza locale

L’assessore regionale alla Sicurezza, Pierpaolo Roberti, ha sottolineato che i risultati dell’operazione confermano l’utilità delle foto-trappole nel contrasto all’immigrazione clandestina. “Dopo una serie di futili e strumentali polemiche, portate avanti anche attraverso interrogazioni in Consiglio regionale, sono arrivate le conclusioni delle prime indagini, che confermano quanto le foto-trappole, tanto ostracizzate dall’opposizione, siano uno strumento efficace anche per il contrasto all’immigrazione clandestina”, ha osservato Roberti.

Collaborazione e coordinamento delle forze dell’ordine

L’operazione è stata resa possibile grazie alla stretta collaborazione tra la Polizia locale di Trieste e la Direzione Distrettuale Antimafia. Roberti ha elogiato l’efficienza delle forze dell’ordine, rimarcando come la fornitura delle foto-trappole alle forze di polizia sia stata una scelta quanto mai azzeccata. L’indagine ha, infatti, interrotto un rilevante giro d’affari illecito basato sul traffico di esseri umani.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità