Seguici su

Gusto

Addio a Benito Nonino, il visionario della grappa friulana

Benito Nonino, pioniere della grappa friulana e visionario imprenditore, è morto a 90 anni. La sua innovazione ha portato la grappa a livelli internazionali, rendendo il Friuli-Venezia Giulia famoso nel mondo. La regione piange la sua perdita

Avatar

Pubblicato

il

Morte Benito Nonino - Addio a Benito Nonino, il visionario della grappa friulana
Benito Nonino (© Grappa Nonino Facebook)

Il Friuli-Venezia Giulia piange la scomparsa di Benito Nonino, visionario imprenditore e ambasciatore dell’omonima grappa friulana nel mondo. Benito Nonino, fondatore dell’omonima azienda di grappa, è stato una figura centrale nel panorama imprenditoriale friulano. Con la sua scomparsa la notte scorsa all’età di 90 anni, nella casa azienda a Percoto (Udine), la regione perde un innovatore che ha saputo trasformare un prodotto locale in una realtà riconosciuta a livello internazionale.

La comunità del Friuli-Venezia Giulia si stringe attorno alla famiglia Nonino in questo momento di dolore. La regione perde un grande uomo, un innovatore e un ambasciatore del nostro territorio nel mondo.

Un innovatore nel mondo della grappa

Il governatore del Friuli-Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha espresso profondo cordoglio per la morte di Nonino, definendolo un uomo capace di unire tradizione e innovazione. Grazie alla sua genialità e determinazione, Benito Nonino ha elevato la grappa friulana a simbolo del nostro territorio, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

Noino, un imprenditore lungimirante

Sergio Emidio Bini, assessore regionale alle Attività produttive e Turismo, ha sottolineato l’importanza dell’eredità lasciata da Nonino. Il brand Nonino è sinonimo di eccellenza grazie alla capacità di Benito e della moglie Giannola di innovare e trasmettere la loro passione alle generazioni successive. La grappa monovitigno, introdotta cinquant’anni fa, è solo uno dei tanti successi che hanno caratterizzato la loro impresa.

Barbara Zilli, assessore regionale alle Finanze, ha ricordato Nonino come uno dei più illustri capitani d’impresa del Friuli-Venezia Giulia. Con dedizione e caparbietà, ha reso la grappa friulana un prodotto di eccellenza riconosciuto a livello mondiale. La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile nella regione.

Un contributo culturale di rilievo

Oltre al successo imprenditoriale, Benito Nonino ha saputo dare un grande contributo al panorama culturale regionale. Il Premio Nonino, riconosciuto a livello internazionale, ha valorizzato intellettuali di alta caratura, portando un’enorme visibilità alla cultura friulana.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità