Seguici su

Cronaca & Attualità

Coronavirus, il governo dice no ai controlli sui confini terrestri

La proposta era stata avanzata dal governatore del Fvg Fedriga

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – Sulla richiesta avanzata al governo Conte dalla Regione Friuli Venezia Giulia “di prevedere controlli anche sui confini terrestri, al fine di monitorare gli ingressi sul territorio nazionale, abbiamo preso atto della risposta del premier secondo cui, al momento, rispetto alle informazioni acquisite e al livello di contagio, la misura è da escludere”. Così il governatore Massimiliano Fedriga.

Tuttavia “il governo centrale ha manifestato la disponibilità ad un confronto con le Regioni di frontiera per un approfondimento sulla tematica”.

La Regione, ha fatto sapere il vicegovernatore, ha decretato lo stato di emergenza fino al 31 luglio prossimo per “fronteggiare il rischio sanitario da Coronavirus, anche in considerazione dei primi casi di contagio nel territorio italiano e in particolare nella vicina regione del Veneto”.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

1 Commento

1 Commento

  1. Avatar

    andrea sessa

    25 Febbraio 2020 at 01:47

    Scusate ma più che controlli sui confini con la Slovenia, dovremmo farli con chi si muove da e verso il Veneto.

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità