Seguici su

Cronaca

Confartigianato Udine: il flusso di iscrizioni è in ripresa

Pubblicato

il

UDINE – Nei primi 9 mesi del 2021 in Friuli Venezia Giulia ci sono state 1.479 iscrizioni di nuove imprese artigiane, un dato superiore a quello registrato nel quinquennio precedente. Nella nostra regione il flusso di imprese artigiane in ingresso è in aumento sia rispetto al primo anno di pandemia (+17,8%), sia rispetto al 2019 (+0,3%) e alla media del quinquennio pre-Covid (2015-2019: +0,6%). In provincia di Udine tra gennaio e settembre le iscrizioni di imprese all’Albo Artigiano sono state 641, il 43% del dato regionale. Il flusso di iscrizioni è in ripresa rispetto al 2020 (+17,2%), ma resta sotto i livelli pre-pandemia (-0,6% sul 2019 e -5,4% sul quinquennio pre-Covid).

 

 

In regione l’andamento positivo delle iscrizioni non è confermato in tutti i comparti di attività: nel 2021 l’alimentare, il benessere (che comprende anche parrucchiere ed estetiste) e gli impianti (elettricisti, termoidraulici) sono in calo sia rispetto al 2020 sia rispetto al periodo pre-pandemia. Altri comparti come l’artistico, la comunicazione e servizi innovativi, le manifatture e subforniture (in particolare la metalmeccanica) e il settore della moda recuperano rispetto al primo anno di pandemia ma restano ben al di sotto dei livelli pre-crisi.

 

COMPARTO – DATI FVG Iscrizioni di imprese artigiane nel 2021 Var% 2021 su 2020 Var% 2021 su media 5 anni pre Covid
costruzioni 622 +40,7% +33,7%
autoriparazioni e manutenzioni meccaniche 70 +25,0% +14,8%
trasporti, logistica e mobilità 48 +17,1% +11,6%
servizi e terziario 142 +7,6% +3,3%
legno e arredo 59 +18,0%  -3,6%
manifatture e subforniture 53 +17,8%  -15,1%
comunicazione e servizi innovativi 101 +7,4%  -18,5%
artistico 26 +13,0%  -23,5%
Benessere, servizi alla persona ed alle collettività 143  -7,7%  -23,6%
moda 40 +33,3%  -24,5%
alimentazione 72  -4,0%  -24,8%
impianti 98  -11,7%  -28,3%

Fonte: Ufficio Studi Confartigianato-Imprese Udine su dati Unioncamere-Infocamere

 

I settori con natalità in crescita negli ultimi anni sono le costruzioni (al primo posto col +33,7%), le autoriparazioni e manutenzioni meccaniche, i trasporti, logistica e mobilità e i servizi alle imprese e terziario. Rispetto al periodo pre-pandemia il calo è doppio tra le ditte femminili (-10%) rispetto alle maschili (-5%) calano le imprese con titolare giovane (under 40: -20%) crescono quelle con titolare “over” (+9%), in calo le imprese con titolare italiano o comunitario (-8%) e in crescita quelle con titolare extracomunitario (+3%).

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?