Seguici su

Cronaca

Pnrr, Riccardi: con l’accordo di medicina generale ok alle Case di comunità

Previsti per la Regione Fvg 34,2 mln

Pubblicato

il

FVG – “Sulle Case di comunità introdotte dal Pnrr il mio giudizio è sempre stato coerente al dato di fatto che senza la revisione del rapporto tra la sanità pubblica e la medicina generale il progetto rischia di essere inattuabile. Ora, con la novità emersa da Roma – dove in sede di Conferenza delle Regioni è approdata un’ipotesi di provvedimento che consentirà di poter contare direttamente sulla collaborazione dei medici di famiglia destinando una parte del loro lavoro all’interno di queste nuove strutture – mi sembra che si stia andando nella direzione giusta”.

Lo ha detto a Trieste in Consiglio regionale il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, rispondendo a un’interrogazione sulla posizione della Giunta relativamente alle Case di comunità previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. Come ha ricordato Riccardi, sul territorio regionale “abbiamo avuto l’esperienza dei Centri di assistenza primaria, per i quali sono stati investiti nella scorsa legislatura 20 milioni di euro e che, proprio per la mancanza di una revisione dell’attuale accordo con i medici di medicina generale, sono rimasti un progetto inattuato”.

“Quindi – ha aggiunto -, come ho sempre sostenuto, alle condizioni attuali anche le Case di comunità del Pnrr troverebbero di fatto lo stesso ostacolo insormontabile”. Come ha osservato Riccardi, la novità odierna anticipa una misura che modifica il rapporto tra la sanità pubblica e i medici di medicina generale rendendo attuabile il progetto della Case di comunità, “per le quali la Conferenza delle Regioni ha licenziato un’intesa rispetto alla proposta del Governo che prevede, degli 8 miliardi del Pnrr relativo alla parte sanitaria, 2 dedicati al progetto delle Case di comunità che per il Friuli Venezia Giulia in termini di risorse messe a disposizione valgono – ha concluso – 34 milioni e 256mila euro”.