Seguici su

Cronaca

Azienda sanitaria, cambiano (in meglio) le modalità di ritiro del referto

Il sistema a rete permette ora di ritirare gli esiti in qualsiasi struttura indipendentemente da dove si è svolto l’accertamento

Pubblicato

il

UDINE – Dal prossimo 11 luglio, tutti i cittadini che svolgeranno un accertamento diagnostico presso le strutture ASUFC potranno ritirare il supporto cd/dvd presso la sede a loro più vicina, con enormi vantaggi in termini di risparmio di tempo e percorrenza fisica.
Se fino a qualche mese infatti fa un paziente residente lontano dalla sede di erogazione era costretto, a distanza di qualche giorno, a tornare presso la sede per il ritiro della documentazione prodotta, ora questo sarà solo un lontano ricordo. Infatti, dopo un consolidato periodo di prova, la procedura per il ritiro presso la sede più comoda diventerà effettiva nei prossimi giorni: dopo le sedi territoriali (Udine-Tolmezzo-Gemona-San Daniele-Latisana-Palmanova-Codroipo), anche l’Istituto di Medicina Fisica e Riabilitativa Gervasutta potrà contare su questo nuovo servizio.

Solo nell’ultimo trimestre 2021 circa 600 pazienti hanno richiesto ed usufruito di questo servizio con enorme soddisfazione; nei primi mesi del 2022 (rilevazione gennaio-maggio), circa 500 utenti al mese hanno beneficiato di questa facilitazione.
In tutta l’AsuFc, le strutture per la diagnostica per immagini eseguono, erogano e refertano circa 140.000 prestazioni per esterni, senza considerare la mole di lavoro per i pazienti interni. L’auspicio inoltre è che questa nuova possibilità a disposizione dell’utenza permetta una riduzione dei referti e supporti che non sono stati mai ritirati dagli stessi pazienti: si stima che circa il 10% delle prestazioni esterne non sia mai stato ritirato dal paziente interessato.

Il direttore generale, Denis Caporale, afferma: “Il fatto di poter ritirare il referto presso la sede più congeniale ad un paziente è una piccola conquista che testimonia con soddisfazione il processo di integrazione tra le varie strutture di AsuFc: è un processo lungo e che richiederà tempo, ma su cui mettiamo tutto il nostro impegno cercando di fornire ai cittadini servizi sempre più vicini alle loro esigenze”.