Seguici su

Gorizia

Puzzer torna a far parlare di sé: sarà candidato con Italexit

“Un passo per non pentirci un domani di non averlo fatto e di soccombere di nuovo ai soprusi”

Pubblicato

il

FVG – “Da sei mesi proviamo a unire tutto il dissenso”, unico modo “per andare avanti”. Ognuno “giustamente ha fatto le sue scelte, per noi alla fine non è stato semplice scegliere di candidarci, non ci sembrava che fossimo noi quelli che dovevano candidarsi ma se possiamo unire il dissenso mettendoci un’altra volta la faccia, noi lo facciamo”. Sono le ragioni che hanno spinto Stefano Puzzer a candidarsi, come le ha espresse lui stesso. “Siamo consapevoli che andrà come andrà, io sono una persona semplice, sono un lavoratore portuale. Sono una persona che vuole solo giustizia e tornare a fare il suo lavoro”. La candidatura è soltanto “un passo che faremo per non pentirci un domani di non averlo fatto e di soccombere di nuovo ai soprusi”.

Noi abbiamo “deciso di metterci la faccia, crediamo nel programma di Italexit, e allora su le maniche e lotta contro il vaccino obbligatorio, contro il Green pass e contro l’invio di armi all’Ucraina, con particolare attenzione al problema finanziario che c’è in Italia in questo momento e che tutti sottovalutano”. Puzzer prevede che “arriveranno delle critiche, da tutte le parti, ma noi lo facciamo per il bene dei nostri figli, per il futuro. Noi non siamo qui per giudicare nessuno, dormiamo serenamente.