Seguici su

Economia

Inaugurato il centro di formazione per l’arredo imbottito alla Casa dell’Immacolata

Il laboratorio è inserito all’interno del centro di formazione della Casa dell’Immacolata di don Emilio De Roja

Pubblicato

il

UDINE – “Questo è un esempio di come la Regione sia impegnata a costruire comunità e dare senso ad un percorso di qualità del nostro territorio in ambito formativo. La sfida che il Friuli Venezia Giulia deve vincere col resto del mondo non può prescindere dal fare bene ciò che sappiamo fare già. Il Cluster del legno arredo casa lo sta dimostrando colmando l’impoverimento accumulato in questi anni nella specializzazione del personale di settore: questo nuovo centro è uno degli snodi di questo progetto”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Istruzione, formazione e lavoro, Alessia Rosolen, intervenuta stamattina a Udine all’inaugurazione del secondo laboratorio di formazione inserito nel progetto Innovation Platform del cluster legno arredo casa FVG, sostenuto dalla Regione e da soggetti privati, con l’obiettivo di creare una piattaforma tecnologicamente avanzata per la formazione di studenti e lavoratori.
Il laboratorio è inserito all’interno del centro di formazione della Casa dell’Immacolata di don Emilio De Roja, nel quartiere San Domenico di Udine, e fa parte anche nei piani di riqualificazione dell’area da parte del Comune capoluogo friulano. Dopo il centro di Brugnera, inaugurato a fine 2021 per la specializzazione nella produzione di pannelli per arredamento, il laboratorio di Udine offrirà percorsi formativi nel campo della moderna tappezzeria per la realizzazione di mobili imbottiti.

“Il Friuli Venezia Giulia sta diversificando i percorsi formativi sul territorio in base alle esigenze delle aziende, puntando soprattutto sulla qualità e sull’evoluzione verso tecniche e tecnologie digitali sempre nuove” ha evidenziato Rosolen, aggiungendo che “in questi anni abbiamo costruito sistemi di istruzione, recuperato percorsi formativi per questo particolare cluster con grande impegno e efficacia, puntando con decisione sul made in Italy e sulla digitalizzazione dei processi produttivi che rappresenta il nostro obiettivo futuro”. L’assessore ha indicato nella collaborazione pubblico-privato l’ulteriore sfida che può garantire “quel salto di qualità nella formazione richiesto dai nuovi ambiti di lavoro e determinato dal forte legame tra formazione e occupazione così come tra formazione e mondo delle imprese”.
Nei nuovi laboratori di via San Domenico verranno realizzati corsi di specializzazione per la produzione di arredi imbottiti rivolti a studenti, a utenti del centro di accoglienza e formazione della Casa dell’Immacolata e soprattutto a lavoratori da riqualificare già inseriti nella filiera del legno arredo. In regione il cluster conta 2000 imprese e 22mila lavoratori per una produzione pari al 14 per cento del Pil regionale. La qualità della componente imbottita rappresenta il 30 per cento del valore complessivo del prodotto.

All’inaugurazione hanno preso parte anche Vittorino Boem, presidente della Fondazione Casa dell’Immacolata, Giuseppe Morandini, presidente di Fondazione Friuli, Arduino Salatin, presidente della Scuola Centrale Formazione a cui la Casa afferisce, Matteo Tonon, presidente del Cluster legno arredo casa FVG, Carlo Piemonte direttore del cluster e Giulia Manzan, assessore comunale alla Pianificazione territoriale. Il taglio del nastro è stato preceduto dalla benedizione del vescovo di Udine Andrea Bruno Mazzocato.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?