Seguici su

Cronaca

Nuova sede per Ostetricia e ginecologia a Udine. Investiti 7,6 milioni di euro

La Soc Ostetricia-ginecologia conta numerosi professionisti della salute: 20 medici specialisti in ostetricia ginecologia, 35 medici in formazione specialistica in ostetricia ginecologia, 47 ostetriche, 29 infermiere e 21 persone a supporto

Pubblicato

il

UDINE – “Con il taglio del nastro di oggi si dà attuazione al progetto già tracciato negli anni Ottanta, ideato per poter disporre di un padiglione dedicato al percorso salute mamma-bambino. Un importante e rilevante traguardo perché si raggiungono diversi e fondamentali obiettivi: sicurezza, con lo spostamento dal padiglione 6 al 7, funzionalità, efficienza nelle attività assistenziali e qualità ambientale con privacy, comfort e umanizzazione degli spazi dedicati a mamma e bambino”.  Lo ha sottolineato il vicegovernatore e assessore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, intervento all’inaugurazione della nuova sede della Struttura operativa complessa (Soc) Ostetricia e ginecologia che si è tenuta nel padiglione 7 “Tarcisio Petracco” nel complesso del presidio
ospedaliero Santa Maria della Misericordia di Udine. All’evento hanno preso parte anche il direttore generale dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale, Denis Caporale, il rettore dell’Università di Udine, Roberto Pinton, e il sindaco di Udine, Pietro Fontanini.
“I lavori, che hanno ampliato notevolmente gli spazi a disposizione di mamma e bambino, hanno preso avvio nel marzo del 2019 per concludersi nel marzo scorso, per un importo di quasi 7,6 in milioni di euro investiti in quest’opera da parte della Regione – ha ricordato Riccardi -. Fondamentale la strettissima collaborazione con l’Università, così come l’unione in una unica azienda di due ex aziende e mezze, frutto di una scelta coraggiosa dettata dell’esigenza di rispondere al bisogno di salute della popolazione. I nuovi spazi del Dipartimento materno-infantile rappresentano un iter virtuoso concluso tra hub e spoke”.

La Soc Ostetricia-ginecologia conta numerosi professionisti della salute: 20 medici specialisti in ostetricia ginecologia, 35 medici in formazione specialistica in ostetricia ginecologia, 47 ostetriche, 29 infermiere e 21 persone a supporto. “A loro un sentito grazie per la passione e la competenza con cui svolgono il loro lavoro” ha detto Riccardi.
La Soc è composta da una struttura di ostetricia, che conta 28 posti letto per le degenze e il blocco travaglio per il parto, di una struttura di ginecologia con 28 posti letto per degenze, e di un’area ambulatoriale con ambulatori per assistenza ostetrica ginecologica e con ambulatori ad accesso diretto. Si interfaccia costantemente con la Struttura operativa complessa di neonatologia.
L’attività della clinica ostetrica è organizzata con degenze per l’assistenza alla gravidanza patologica, alle puerpere e ai neonati. C’è poi un blocco parto per l’assistenza al travaglio ad alto rischio, per il travaglio a basso rischio e con una sala operatoria per urgenze chirurgiche ostetriche.
Nel corso del 2021 sono stati 1465 i parti totali, di cui 354 con taglio cesareo programmato. Per quanto riguarda l’attività chirurgia, nel corso del 2022 sono stati eseguiti 387 interventi di chirurgia maggiore, di cui 211 per patologia benigna, 172 per patologia oncologica mentre sono state 44 le attività svolte in ambito robotico; 748, invece, gli interventi di chirurgia minore.

Sul fronte attività ambulatoriale, Ostetricia eroga circa 16mila  prestazioni all’anno (per consulenza preconcezionale, per gravidanze a basso, medio e alto rischio ostetrico, per ecografie ostetriche di secondo livello, per gravidanza a termine e cardiotocografica). Ginecologia invece eroga circa 14.500 prestazioni all’anno (pre ricoveri ginecologici, attività generali ambulatori, ambulatori specialistici – oncologico, uroginecologico, ecc -, ecografie ginecologiche di II livello, screening cervice di II livello). Quattromila circa, infine, le prestazioni erogate ogni anno nell’ambulatorio ad accesso diretto.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?