Seguici su

Cronaca

Presentati i nuovi bus urbani 100% elettrici di Arriva Udine

Entreranno in servizio dal 9 gennaio 2023 sulla nuova linea circolare Centro Storico

Pubblicato

il

UDINE – Importanti novità nel parco mezzi di Arriva Udine: i nuovi bus urbani elettrici sono pronti a entrare in servizio. I veicoli, contraddistinti da una livrea speciale che li rende immediatamente riconoscibili, sono stati presentati oggi in piazza della Libertà a Udine da Angelo Costa, amministratore delegato di Arriva Italia e presidente di Arriva Udine, e Aniello Semplice, amministratore delegato di Arriva Udine e Tpl Fvg, alla presenza del sindaco di Udine Pietro Fontanini e dell’assessore alle finanze della Regione Barbara Zilli.
La novità tanto attesa è realtà: i 3 nuovi bus urbani full electric, finanziati, grazie all’azione forte ed efficace della Regione, attraverso i fondi del Piano nazionale degli investimenti complementari al Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), entreranno in servizio dopo le feste, a partire dal 9 gennaio, sulla nuova linea Circolare Centro Storico. I bus di ultima generazione marchiati YUTONG (lunghezza 8,9 e larghezza 2,4 metri), offrono 52 posti, di cui 21 a sedere, oltre alla postazione per le persone con disabilità motoria.
Anche in questi nuovi veicoli che si aggiungono alla flotta AU, la sicurezza occupa una posizione centrale: i bus sono dotati di sistema di segnalazione pericolo collisione, sistema automatico di spegnimento degli incendi nei vani elettrici e batterie, telecamere interne ed esterne per la videosorveglianza di bordo. Trattandosi di veicoli estremamente silenziosi, è stato inoltre introdotto un sistema di sicurezza che genera rumore fino al raggiungimento dei 25 km/h. Per il massimo comfort di viaggio, sono presenti: pedana e postazione per le persone con disabilità motoria in sedia a rotelle, sedili imbottiti in tessuto, Wi-Fi di bordo con connessione protetta, prese USB a disposizione dei passeggeri, monitor informativi bifacciali.

I nuovi bus consumano meno di un Kilowatt per chilometro – grazie ad un notevole recupero dell’energia in fase di frenata – e si ricaricano in modalità plug-in in circa 2 ore e mezza. Per la ricarica dei nuovi arrivati l’azienda ha acquistato 2 colonnine singole da 100 kW. Le attività di ricarica sono previste dopo il rientro dei mezzi a partire dalle ore 21:00. Le eventuali operazioni di ricarica diurna utilizzeranno una parte dell’energia prodotta per autoconsumo dall’impianto fotovoltaico della sede di via del Partidor.
“Arriva Udine ha raccolto – insieme alle altre aziende del Consorzio Tpl Fvg – la sfida lanciata dalla Regione Fvg, prima a definire un Piano strategico di rinnovo della flotta Tpl per i prossimi 10 anni, poi a sviluppare azioni concrete tali da mettere a terra il più rapidamente possibile i progetti che via via si definiscono. In in questo contesto – afferma Aniello Semplice – si inquadrano i bus elettrici a zero emissioni che oggi mettiamo a servizio del territorio e che costituiscono una nuova tappa del percorso verso la decarbonizzazione in una città che è concretamente orientata a garantire ai cittadini una mobilità sostenibile, di qualità e tecnologicamente avanzata”. “Questi importanti passi in termini di sostenibilità ambientale, sicurezza, tecnologie e investimenti in strutture di supporto – dichiara Angelo Costa, AD Arriva Italia – sono la dimostrazione di quanto stiamo lavorando per restituire valore a questo territorio. Il 2022 è stato un anno di crescita: le linee urbane 2, 3 e 4 di Udine sono state estese, arrivando a coprire zone non servite in precedenza, ed è ormai prossima l’attivazione della circolare Centro Storico, tutte novità che si concretizzano in una migliore esperienza di viaggio per l’intera comunità. Arriva Udine punta a diventare la scelta migliore per la mobilità delle persone ponendosi, in un momento di difficoltà economica, come un’alternativa credibile rispetto alla mobilità privata, offrendo un servizio sempre efficiente, sicuro e più green: un obiettivo sempre più vicino grazie all’inserimento nella flotta di questi autobus elettrici, che si aggiungono ai veicoli extraurbani alimentati a gas naturale recentemente introdotti”.

“Riduzione delle emissioni e sicurezza – dichiara il sindaco di Udine Pietro Fontanini- sono i concetti che stanno alla base della filosofia con la quale Arriva Udine sta dando il proprio concreto contributo affinché la città di Udine riesca a diventare, nei prossimi anni, un modello nazionale ed europeo nell’ambito della sostenibilità ambientale. L’arrivo di questi tre mezzi urbani totalmente elettrici e dotati di tutti i confort, che saranno destinati alla Circolare Centro Storico, sono la dimostrazione di questa logica e si inseriscono alla perfezione nelle scelte fatte da questa Amministrazione per rendere la nostra città sempre più green.
Un grazie va alla Regione Fvg per avere intercettato a questo fine i fondi del Pnrr e ad Arriva Udine per l’impegno e la serietà con cui sta affrontando questa sfida storica per la nostra città”. “Si tratta della prima linea interamente elettrica a livello regionale” spiega l’assessore alle Finanze Barbara Zilli. “Grazie a questo investimento si avvia il percorso di rinnovo del parco mezzi previsto dalla legge regionale 2021.  Il programma permetterà di definire una evoluzione del parco autobus sotto il profilo delle alimentazioni alternative, sfruttando vari filoni di finanziamento statali nella cornice di quanto previsto anche dal contratto con il TPL regionale. L’obiettivo della Regione è ambizioso: entro il 2030 la metà degli autobus regionali a diesel saranno sostituiti da mezzi nuovi, con alimentazione alternativa a basso o zero impatto: idrogeno, elettrico o LNG/GNL”. “Quello di oggi è un primo acquisto – spiega ancora Zilli – a cui ne seguiranno altri, per garantire un rinnovo consistente a breve. Udine fa da apripista per un progetto di sperimentazione che toccherà tutti i contesti urbani in cui è previsto il servizio di trasporto. I tre mezzi acquistati sono di ridotte dimensioni per consentire un agevole passaggio nelle aree di centro storico e facilitare le manovre. La Regione continua la sua azione lungimirante per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici e la nuova linea del centro storico udinese è solo la prima delle novità allo studio con gli enti locali. L’obiettivo è quello di sviluppare ulteriormente la mobilità sostenibile facilitando il transito tra centro e periferie e valorizzando anche gli scambi intermodali”. “L’attenzione dell’amministrazione regionale sul tema è confermata dagli ultimi stanziamenti nella Finanziaria appena approvata” conclude Zilli. “La Giunta Fedriga ha varato un emendamento dedicato al taglio del 50% del costo del trasporto pubblico per tutti gli over 65, senza limite di Isee. Inoltre, per gestire al meglio la difficile situazione delle aziende del TPL, 3 milioni di euro sono stati destinati contro il caro energia. Sono poi previsti nuovi contributi per chi intendesse ottenere la patente D, DE e la carta di qualificazione conducente. Una misura da 400.000 euro per risolvere il problema della carenza di autisti”.  

Linea circolare Centro storico 

Percorso: Viale Europa fronte Stazione Ferroviaria – via Caterina Percoto – via Manzoni – piazza Garibaldi – via del Gelso – via Poscolle – via Marco Volpe – via G. Micesio – via Lazzaro Moro – via F. Mantica – via G. Mazzini – piazza S. Cristoforo – via Gemona – viale della Vittoria – viale Trieste – via Trento – via Treppo – via D. Manin – via Vittorio Veneto – via Aquileia – Viale Europa Unita fronte Stazione Ferroviaria

Fermate accessibili alle persone con disabilità motoria: 13

Orari: giorni feriali   dal lunedì al sabato, nella fascia oraria dalle 09.00 alle 20.00, con frequenza ogni 15 minuti.

 

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?