Seguici su

Cronaca

Stazione dei treni senza ascensori, l’ira di Fontanini: “Situazione inaccettabile”

Il sindaco: “Danneggiata l’immagine della nostra città. Mi farò sentire con Rfi”

Pubblicato

il

UDINE – “I gravi disservizi che, dopo oltre tre anni di ingiustificabile inerzia da parte di Rfi, oggi ancora permangono nella stazione della nostra città limitando il diritto all’accessibilità agli spazi pubblici e alla mobilità dei cittadini e costringendo i disabili motori ad attraversare i binari, su indicazione dello stesso personale delle ferrovie, cosa non solo vietata ma anche pericolosa, sono inaccettabili e vanno denunciati con forza ai vertici di Rfi. È quello che ho intenzione di fare, rivolgendomi alla Regione affinché faccia sentire anche la sua voce”. Lo ha dichiarato il sindaco di Udine Pietro Fontanini, riferendosi al fatto che i lavori per la realizzazione dei nuovi ascensori ai binari 1 e 4-5 sono cominciati nel marzo 2019 senza mai vedere la conclusione.

“Purtroppo Comune e Regione non hanno potere di intervento sulla questione, che è di competenza esclusiva di Rfi. Ciò non toglie che questa situazione vada denunciata con forza perché rappresenta una violazione gravissima di un diritto fondamentale e mette a rischio l’incolumità di chi frequenta la nostra stazione e perché danneggia l’immagine della nostra città che, grazie al lavoro che questa Amministrazione ha fatto e sta facendo nell’ambito della rimozione delle barriere architettoniche, sta diventando un modello di accessibilità a livello nazionale”, conclude Fontanini.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?