Seguici su

Eventi & Cultura

A Gorizia torna Audiobus: la città sarà raccontata dai bambini!

L’accesso alle performance, della durata di circa 30 minuti ciascuna, sarà gratuito ma con preno-tazione obbligatoria su eventbrite

Avatar

Pubblicato

il

Saranno cinque corse su un autobus straordinario. Un viaggio alla scoperta di una Gorizia nascosta. Stanno per arrivare i nuovi viaggi di Audiobus, progetto prodotto da Zeroidee APS, scritto da Giovanni Chiarot e Renato Rinaldi e realizzato grazie al sostegno della Regione Fvg, TPL FVG, APT Gorizia! Audiobus è un viaggio su un autobus urbano, in bilico tra reale e surreale. Alla partenza ogni viaggiatore riceverà un paio di cuffie e una voce narrante lo guiderà alla scoperta di una città diversa quella vista dagli occhi delle bambine e dei bambini della scuola elementare Rismondo di Gorizia che nelle scorse settimane sono stati coinvolti in un laboratorio: con gli occhi ben aperti hanno scoperto tutte quelle cose segrete, nascoste, quasi invisibili. Le loro parole/idee/visioni sono entrate nella trama del racconto che sarà possibile ascoltare in cuffia sabato 25 febbraio. Le partenze in programma dal Centro Intermodale Passeggeri (stazione di Gorizia Centrale, sala d’attesa, in piazzale Martiri della Libertà d’Italia 18), come detto, sono cinque. Al mattino il primo viaggio è alle 10.35, poi alle 11.20, al pomeriggio alle 15, 16.10 e alle 17.30.  

PRENOTAZIONI E VIAGGI – Le performance saranno a ingresso gratuito, ma con prenotazione obbligatoria su eventbrite. In caso di errata prenotazione o di ripensamenti è richiesto di cancellare la prenotazione sulla piattaforma eventbrite o di scrivere una mail di disdetta a prenotazioniaudiobus@gmail.com lasciando così libero il proprio posto per qualcun altro. I posti sul bus saranno limitati a massimo 35 persone per ogni corsa. I ticket dovranno essere ritirati all’info point allestito nella sala d’attesa vicino alla zona taxi della stazione assieme alle cuffie, almeno 20 minuti prima degli orari previsti per la partenza. Da lì i partecipanti saranno accompagnati all’autobus dai volontari. Coloro che non si presenteranno all’orario indicato non avranno il diritto di prelazione sul posto prenotato. La performance durerà circa 30 minuti.

COS’ È AUDIOBUS? – Audiobus è un progetto di spettacoli e residenze artistiche che si sviluppa sugli autobus urbani. Artisti performativi, visivi e sonori rileggono gli spazi pubblici in modo inedito e guidano i cittadini, anche coloro che non sanno di essere spettatori, in un viaggio a dir poco sorprendente. Ogni spettatore riceve un paio di cuffie e una voce narrante lo accompagna, immergendolo nella città e nelle sue storie. L’approccio e il metodo utilizzato è quello della contaminazione tra diverse discipline artistiche quali per esempio la poesia, la musica, le arti sonore e performative. Audiobus è un format prodotto da Zeroidee APS sviluppato da Giovanni Chiarot e Renato Rinaldi. Fa parte del più ampio progetto “Mobilità Creative” da promosso da Zeroidee APS, con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia: una rassegna d’arte performativa e multimediale che esce dai teatri, dalle gallerie d’arte e dai musei per andare ad animare le vie, le piazze e le linee dei trasporti pubblici urbani, promuovendo diversi approcci artistici e nuove forme di mobilità sostenibile.

MOBILITÀ CREATIVE PROSEGUE – Mobilità Creative proseguirà il giorno seguente (26 febbraio alle 17) a Trieste con lo spettacolo “Giro della piazza” in programma all’Hangar Teatri (via Luigi Pecenco 10). Info su hangarteatri.com

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità