Seguici su

Cronaca

Al via la stagione turistica a Grado: «Non ci accontenteremo dei numeri record del 2022»

L’assessore Bini: “Quello che ci fa ben sperare sono anche i dati previsionali sul 2023, che ci proiettano a superare i 10 milioni di presenze”

Avatar

Pubblicato

il

GRADO – “Non dobbiamo accontentarci dei numeri già eccellenti raggiunti dal turismo del Friuli Venezia Giulia lo scorso anno: lo dico soprattutto da Grado, nostro fiore all’occhiello e una delle principali attrattive a livello nazionale, non rivolgendomi solo all’Amministrazione comunale ma anche agli investitori privati con i quali in questa località possiamo lavorare in sinergia”. È l’obiettivo indicato dal governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga all’inaugurazione della stagione balneare di Grado, a cui è intervenuto assieme all’assessore regionale alle Attività produttive e Turismo Sergio Emidio Bini.
“Grazie ad una forte alleanza tra pubblico e privato – ha dichiarato Fedriga – e con una dimensione prospettica traguardata ai prossimi anni, possiamo proseguire nel grande lavoro svolto sino ad oggi e migliorarlo ancora di più, dalla ricettività ai servizi offerti ai turisti”.
“Faremo sì che i numeri del Friuli Venezia Giulia, prima tra tutte le regioni italiane nel 2022 a recuperare e anche superare i livelli pre-pandemia, possano crescere ancora molto, a livelli che ancora neanche ipotizziamo – ha promesso il governatore -, portando non solo produzione di ricchezza ma soprattutto opportunità di lavoro sul nostro territorio: dobbiamo iniziare a fare, assieme al Governo nazionale, percorsi di medio e lungo periodo anche per avere a disposizione personale per le strutture che operano e lavorano nel sistema turistico”.

Rivendicando il successo nel turismo come uno degli asset importanti della precedente legislatura, Fedriga ha spiegato che la politica per l’attrattività proseguirà in continuità con la promozione del brand “IosonoFriuliVeneziaGiulia” con “Grado testa di serie di questa promozione”.
L’intervento dell’assessore Bini è iniziato con un momento di ricordo per il capitano Ghersi, pilota della Pan vittima di un incidente aereo assieme ad un parente alla vigilia della manifestazione aerea delle Frecce, annullata in segno di cordoglio.
“Per Grado e il Fvg la stagione scorsa è stata da record, chiusa con 9 milioni e 400mila presenze in regione. Quello che ci fa ben sperare sono anche i dati previsionali sul 2023, che ci proiettano a superare i 10 milioni. La riconferma di questa Amministrazione regionale permetterà di concludere la messa a terra di tutti gli investimenti avviati in quella appena conclusa”.
L’inaugurazione del primo lotto delle Terme di Grado (5,5 milioni di euro), per cui la Regione ha previsto complessivamente 29 milioni di euro di investimento, verrà inaugurato a breve, a fine giugno, e l’avvio del secondo lotto (da 17,5 milioni di euro) avverrà entro la fine del 2023.
Il presidente e l’assessore hanno ringraziato in tal senso il sindaco di Grado Claudio Kovatsch e il presidente della Git Roberto Marin per la sinergia dimostrata nel raggiungere assieme risultati attesi da tanti anni.

Marin, presidente della Git, partner di PromoTurismoFVG che gestisce il 60 per cento degli ombrelloni e degli stabilimenti balneari di Grado, ha ricordato i risultati di gestione – 9 milioni di euro di volume, un milione e 200mila euro di utile interamente reinvestito in servizi e nuove infrastrutture per l’ospite – e ha elencato le numerose novità pronte per la stagione 2023, all’insegna del rispetto della tradizione della località che l’anno scorso ha festeggiato 130 anni di storia ma anche con lo sguardo al futuro e con un’attenzione “green” molto apprezzata dalla clientela.
L’obiettivo è superare la stagione 2022 che ha registrato 1.305.499 presenze a Grado, di cui 1.036.516 straniere, di cui 778.329 da Austria e Germania.
Al termine dell’alzabandiera che ha dato avvio ufficiale alla stagione, Fedriga con Bini hanno inaugurato, assieme al sindaco di Aquileia Emanuele Zorino e al presidente della Fondazione Aquileia Roberto Corciulo, il centro visite all’interno del quale video raccontano il patrimonio archeologico, naturalistico ed enogastronomico della città oltre al percorso ciclabile che collega Grado ad Aquileia.
Da giugno nel centro, nei pressi dell’entrata principale della spiaggia, sarà possibile acquistare la FVGcardAquileia, il biglietto unico per la visita della città.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?