Seguici su

Cronaca & Attualità

Il Napoli vince lo scudetto a Udine. Scontri tra ultrà sul campo di gioco

Il personale medico infermieristico presente allo stadio di Udine ha gestito vari interventi sanitari (15 in totale, 6 ospedalizzati)

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – Pareggiando 1-1 in casa dell’Udinese il Napoli è campione d’Italia a cinque giornate dal termine. Al gol di Lovric nel primo tempo ha risposto ad inizio ripresa Victor Osimhen. Il gol del pareggio che ha significato la matematica certezza della vittoria dello scudetto e la festa dei tifosi napoletani. Scontri si sono verificati in campo quando alcune decine di tifosi dell’Udinese sono scesi in campo dove era in corso un’invasione di campo da parte dei tifosi del Napoli (alcuni di questi hanno fomentato gli animi del tifosi friulani, provocandoli). Dopo qualche scaramuccia con i supporter azzurri che si sono ritirati e l’azione delle forze dell’ordine, la situazione è tornata lentamente alla normalità. Resta sconsiderata sia la scelta di invadere il campo, sia la reazione dei supporter friulani, che cinghie alla mano ci sono scaraventati sui partenopei. .

Il personale medico infermieristico presente allo stadio di Udine ha gestito vari interventi sanitari (15 in totale, 6 ospedalizzati). Quello più rilevante riguarda una persona che ha riportato una frattura esposta a una gamba. È stata soccorsa dal direttore della Sores e dal coordinatore infermieristico della Sores, entrambi sul posto. Un secondo infermiere, nel frattempo, ha organizzato il trasporto in ospedale con il supporto di un’ambulanza della Croce Rossa di Udine, in coordinamento con gli infermieri della centrale operativa della Struttura operativa regionale emergenza sanitaria e del Gos (Gruppo operativo sicurezza). Le altre 5 persone sono state soccorse per traumi meno gravi (trauma cranico, trauma toracico, traumi agli arti); sono state tutte e 5 trasportate in ospedale, al Santa Maria della Misericordia di Udine e all’ospedale di San Daniele del Friuli.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

In primo piano