Seguici su

Cronaca

Lignano, vertice per la sicurezza in vista del fine settimana di Pentecoste

A oggi si parla di circa 10 mila arrivi nelle strutture alberghiere e una stima di almeno 3 mila presenze tra camping, appartamenti e case vacanza

Avatar

Pubblicato

il

LIGNANO SABBIADORO – Un primo step conoscitivo, per predisporre quello che sarà il piano della sicurezza per la stagione turistica 2023, ponendo intanto la massima attenzione sul primo evento impegnativo, il fine settimana di Pentecoste. Le previsioni legate agli arrivi nella località, concentrati su Sabbiadoro, forniscono già l’indicazione di una prima presenza turistica importante: a oggi si parla di circa 10 mila arrivi nelle strutture alberghiere e una stima di almeno 3 mila presenze tra camping, appartamenti e case vacanza. Un dato sicuramente in crescita mancando ancora una ventina di giorni alla festività. Ovviamente non si tratta solo di turisti giovani, perché Pentecoste, assieme all’Ascensione (giovedì 18 maggio) e al Corpus Domini a inizio giugno, per i turisti austriaci e tedeschi rappresenta una delle tre festività più importanti, per tradizione da trascorrere al mare. Ma se due sono festività per così dire “di famiglia”, Pentecoste, nella fascia più giovane, è diventata ormai la “spring break”, con abitudini che preoccupano, per le inevitabili conseguenze in tema di ordine pubblico, ma anche di sicurezza degli stessi giovani, dediti per giorni agli eccessi dell’alcol.

Obbiettivo dell’amministrazione comunale di Lignano Sabbiadoro, in stretta collaborazione con le Forze dell’ordine, ma anche degli stessi operatori della località, è quello di arrivare al lungo fine settimana con un’organizzazione, logistica e di sicurezza, adeguata. Un obiettivo condiviso con Prefettura e Questura che nella mattina di oggi, lunedì 8 maggio, hanno partecipato al vertice che si è svolto nella sede municipale, assieme alle rappresentanze della Capitaneria di Porto, della Guardia di Finanza, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco e della Polizia Locale, Un’occasione per raccogliere opinioni e proposte dagli stessi operatori, come ha spiegato il Prefetto, Massimo Marchesiello, anticipando i contenuti di una richiesta inoltrata al Ministero degli Interni, per avere una maggiore disponibilità di Forze dell’ordine. E in tal senso è già arrivata conferma per quanto riguarda la Stazione dei Carabinieri, che dal primo giugno vedrà raddoppiata la presenza di uomini in servizio. «Purtroppo nel corso degli anni – ha sottolineato il sindaco di Lignano Sabbiadoro, Laura Giorgi – per i giovani austriaci, trascorrere la festività di Pentecoste a Lignano è diventata solo un’occasione per eccedere nell’uso di alcol e ciò nuoce all’immagine della città».

A una prima richiesta di come potrà essere organizzata la sicurezza, in particolare proprio del fine settimana di Pentecoste, il Questore, Alfredo D’Agostino ha risposto che «ci sarà una presenza delle Forze dell’ordine, con una modulazione dei servizi in funzione dei luoghi sensibili e anche delle sollecitazioni pervenute con l’incontro odierno». Al tavolo di sicurezza hanno partecipato anche il vicesindaco, Manuel Massimiliano La Placa e l’assessore alle attività produttive Liliana Portello e sono stati uditi, in rappresentanza delle categorie economiche maggiormente interessate dagli arrivi previsti per Pentecoste, il presidente di Li.sa.gest. Manuel Rodeano, il presidente mandamentale di Federalberghi, Enrico Guerin e alcuni dei gestori dei locali di piazza Fontana e della zona pedonale di Sabbiadoro. Tra le considerazioni emerse la necessità di vietare l’utilizzo di bottiglie e lattine, di limitare nelle ore notturne l’accesso alla spiaggia di Sabbiadoro e di concentrare i controlli nella zona della spiaggia libera.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?