Seguici su

Idee & consigli

Come gestire al meglio le bollette della luce? Consigli contro gli sprechi

Alcuni consigli per ridurre gli sprechi energetici

Selena Bernardi

Pubblicato

il

La gestione delle bollette della luce può mettere in crisi molte persone: qualcuno si sente frustrato, altri stressati, ma il filo conduttore è sempre uno, ovvero l’organizzazione. Come gestire al meglio le bollette senza dimenticare nulla? Si può risparmiare?

Valutare delle offerte luce prezzo bloccato è uno dei primi passi, ma non solo: vediamo come conservare, organizzare e monitorare le spese delle bollette. Senza più stress.

Gestione delle bollette della luce: da dove si inizia?

Ovviamente, gestire le bollette elettriche in modo efficace richiede una buona comprensione di come funzionano: il costo, infatti, si rifà al consumo di energia, che viene misurato in kilowattora (kWh), e sulle tariffe energetiche applicate dalla fornitura di servizi. Le bollette possono includere anche ulteriori addebiti, come per esempio il Canone Rai.

Per ottimizzare i costi della bolletta, le strade da percorrere sono diverse: valutare nuove offerte, un cambio di gestore, o magari individuare dispositivi elettronici che continuano a consumare energia anche quando sono in modalità di standby. Tra i più comuni troviamo caricabatterie, televisioni, computer ed elettrodomestici. Per evitare di tenerli sempre “accesi”, possiamo staccare la spina o sfruttare le prese intelligenti.

Come ridurre il consumo di energia?

Nella gestione delle bollette non può mancare la voce destinata alla lotta allo spreco energetico. Per esempio, in molti optano per le lampadine LED, più efficienti dal punto di vista energetico. Altri, invece, preferiscono regolare le temperature degli ambienti con il termostato intelligente, o apportare alcuni cambiamenti nel proprio stile di vita, limitando l’uso di elettrodomestici.

Sono scelte personali, così come lo è l’acquisto di elettrodomestici ad alta efficienza energetica, che sono progettati proprio con l’obiettivo di consumare meno energia. Sebbene non abbiano un costo iniziale “basso”, a lungo termine consentiranno di risparmiare sulle bollette.

Monitorare il proprio consumo energetico

Non sono in molti a farlo, ma monitorare il proprio consumo energetico mediante le bollette è un’ottima idea. Si può semplicemente tenere un registro – sull’agenda o sul proprio PC – così da avere un’idea più chiara di quanto si spende ogni mese.

Gestire efficacemente le bollette richiede un approccio che comprenda l’adozione di strategie di risparmio energetico, l’utilizzo di tecnologia smart, ma anche di una corretta e adeguata organizzazione.

Come evitare di dimenticare di pagare una bolletta?

Può capitare (ma non dovrebbe): la soluzione migliore è quella di richiedere la domiciliazione bancaria dell’utenza. È una delle tecniche più efficaci per non dimenticare la gestione della propria bolletta in tempo, così da evitare eventuali ripercussioni per morosità. In alternativa possiamo semplicemente impostare un alert di pagamento mensile, in cui ci occupiamo di tutte le bollette, dalla luce al gas.

Perché valutare offerte di altri fornitori?

La gestione della bolletta è sempre troppo “esosa”? A parte i suggerimenti e gli accorgimenti da mettere in pratica, l’alternativa è sempre quella di monitorare le spese per qualche mese e osservare il cambiamento economico.

In tal senso, la strada da percorrere è semplicemente una: valutare una nuova offerta e un cambio di fornitura. Anche in questo caso suggeriamo la massima prudenza: è una scelta che va presa con calma, senza affrettare i tempi e prendendo in esame tutte le alternative.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?