Seguici su

Gorizia

Danni da maltempo, stime in crescita. Moretuzzo: «Subito un fondo di rotazione a tasso zero»

«Chiediamo che la Giunta faccia un passo indietro e accolga una proposta che ci sembra essere di buon senso e soprattutto necessaria per affrontare una situazione drammatica

Avatar

Pubblicato

il

FVG – «La stima dei danni dovuti al maltempo che ha colpito numerose comunità della regione dimostra che serve uno sforzo ancora più importante per supportare le famiglie e le imprese che oggi sono in difficoltà – afferma il capogruppo del Patto per l’Autonomia-Civica Fvg Massimo Moretuzzo –. Abbiamo condiviso l’emendamento per stanziare 50 milioni di euro come proposto dalla Giunta regionale, ma siamo convinti che questo non sia sufficiente e che si debbano attivare anche altri strumenti per dare risposta a chi oggi ha una casa distrutta o un’azienda che fa fatica a riaprire. Da subito abbiamo proposto al presidente Fedriga e alla maggioranza di istituire un fondo di rotazione di 100 milioni di euro a tasso zero, senza aggravi burocratici e di immediata operatività, simile a quello previsto dalla legge regionale 80 per le imprese agricole, per mettere subito tutti nelle condizioni di fare i lavori che sono necessari e urgenti».

«Uno strumento complementare ai contributi a fondo perso – aggiunge Moretuzzo – che ci auguriamo arriveranno dallo Stato e dalla stessa Regione, ma che sappiamo fin d’ora che non saranno sufficienti per tutti, con il rischio di generare aspettative che non troveranno risposta, come avvenuto in occasione dell’emergenza del 2017. L’idea avanzata dall’opposizione è stata bocciata durante i lavori dell’assestamento di bilancio – ricorda Moretuzzo –, ora chiediamo che la Giunta faccia un passo indietro e accolga una proposta che ci sembra essere di buon senso e soprattutto necessaria per affrontare una situazione drammatica».

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità