Seguici su

Cronaca & Attualità

Primo fine settimana da bollino nero sulle autostrade del Fvg

In queste giornate ai turisti in partenza per le località di villeggiatura, si sommano anche i lavoratori del Nord Est Europa che passeranno il confine italiano diretti verso i Paesi d’origine

Avatar

Pubblicato

il

FVG – E’ il fine settimana del grande esodo lungo la rete di Autostrade Alto Adriatico: due le giornate da bollino rosso (venerdì 4 e domenica 6) e una da bollino nero (sabato 5). Le previsioni del traffico si basano sui dati del 2019 (lo scorso anno a incidere negativamente sul numero dei passaggi ai caselli fu l’incendio sul Carso) aumentati del 13% circa, trend dei passaggi che si sta affermando nei fine settimana quest’anno rispetto al periodo pre pandemico.  In queste giornate ai turisti in partenza per le località di villeggiatura, si sommano anche i lavoratori del Nord Est Europa che passeranno il confine italiano diretti verso i Paesi d’origine, oltre ai mezzi commerciali di rientro dal Nord Italia.
Così già nella giornata di domani (venerdì 4) lungo la A4 in direzione Trieste saranno possibili, alla mattina, rallentamenti e code presso gli svincoli verso le località balneari, per l’intera giornata in prossimità del cantiere per la costruzione della terza corsia e, al pomeriggio e alla sera, in uscita alla barriera di Trieste Lisert. Traffico intenso è previsto anche sulla A57 Tangenziale di Mestre per l’intera giornata in direzione Trieste con possibili rallentamenti e code sul tratto Terraglio – bivio A57/A27 e nella mattinata in direzione Padova-Milano nello stesso tratto.

Sabato 5 il traffico da intenso diventerà critico sulla A4 in direzione Trieste: previsti su tutta la rete di Autostrade Alto Adriatico circa 200 mila transiti. Di questi, si prevede circa 23 mila passaggi in uscita e 20 mila in entrata al Lisert, 18 mila in uscita al bivio di Villesse (la A34 si sta affermando sempre più come valida alternativa alla A4 per chi è diretto verso le coste slovene e croate), 19 mila in uscita al casello di Latisana e più di 13 mila in uscita alla barriera di Cordignano. Domenica 6 sono previsti circa 170 mila transiti. Rallentamenti e code potrebbero verificarsi in direzione Trieste all’altezza dei caselli balneari, alla mattina, e al Lisert per tutta la giornata. Per il rientro dei turisti in mattinata possibili incolonnamenti in ingresso al casello di Latisana e al Lisert. I mezzi pesanti non potranno circolare dalle 16,00 alle 22,00 di venerdì, dalle 08,00 alle 22,00 di sabato e dalle 07,00 alle 22,00 di domenica. Inoltre dalle 14,00 di venerdì alle 22,00 di sabato è in vigore il divieto di sosta e fermata per i veicoli sopra le 7 tonnellate e mezza nelle aree di servizio di Calstorta Sud e Duino Sud.

L’apertura dei 5 chilometri ha finora sortito benefici alla fluidità del traffico nel tratto tra Alvisopoli e Portogruaro. I lavori non si fermano con l’obiettivo di terminare l’intero cantiere (restano 3 chilometri e 500 metri) entro il periodo autunnale. Nella notte di venerdì tra le 01,00 e le 03,00 (fascia oraria in cui è previsto un deciso calo dei transiti) passerà sulla A4 un convoglio di mezzi che trasporterà le quattro travi per il varo del sottopasso ferroviario (Casarsa – Portogruaro). Per consentire l’accesso all’area e il transito del trasporto eccezionale verrà chiusa la rampa di collegamento tra la carreggiata Sud della A28 e la carreggiata direzione Trieste della A4. Pertanto – per il solo tempo necessario al passaggio del convoglio – chi proviene da Conegliano e dovrà immettersi sulla A4 in direzione Trieste dovrà uscire a Portogruaro e rientrare al casello di Latisana.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

In primo piano