Seguici su

Cronaca

Finanzieri morti sul Mangart, Fedriga, «Istituzioni raccolte attorno alle famiglie»

Il governatore alle esequie a Tarvisio assieme all’assessore Riccardi

Avatar

Pubblicato

il

FVG – La presenza delle istituzioni ai più alti livelli nel rispetto del silenzio per il dolore delle famiglie e delle comunità dei due fedeli servitori dello Stato. È quanto ha sottolineato il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, intervenuto assieme al ministro dell’Economia e delle Finanze Giancarlo Giorgetti ai funerali solenni dei due finanzieri morti mercoledì scorso in un incidente durante un’esercitazione sulle Alpi Giulie, concelebrati congiuntamente a Tarvisio nella Chiesa dei Santi Pietro e Paolo da don Alan Iacoponi e altri cappellani militari. Il presidente della Regione ha partecipato alle esequie assieme all’assessore alla Protezione civile Riccardo Riccardi, che a margine della cerimonia ha ricordato l’impegno di “due angeli della montagna”, vissuto come una missione, nella profonda convinzione dell’importanza di mettersi a disposizione degli altri nel momento del bisogno.

I feretri di Giulio Alberto Pacchione, 28 anni, di Silvi Marina (Teramo), e di Lorenzo Paroni, 30 anni, di Montereale Valcellina, avvolti nel tricolore sono stati portati a spalla dai colleghi del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza e la cerimonia è iniziata con la lettura di un messaggio da parte dell’Ordinario militare Santo Marcianò.
La madre di Giulio Alberto ha letto commossa ma con voce ferma la prima lettura e proprio a lei e alla mamma dell’altra vittima, Lorenzo, si è rivolto al termine della funzione religiosa il ministro Giorgetti – presenti anche il vice ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Vannia Gava, i sottosegretari all’Economia Sandra Savino e Federico Freni – ricordando alle famiglie il sostegno delle istituzioni e la riconoscenza dello Stato per chi si mette al servizio dei cittadini per garantire la loro sicurezza.
Assieme al ministro Giorgetti è intervenuto il sindaco di Tarvisio Renzo Zanette e il comandante della Guardia di Finanza, generale Andrea De Gennaro.

Il funerale si è concluso con un messaggio dell’arcivescovo mons. Andrea Bruno Mazzoccato letto dal vicario generale Guido Genero, la Preghiera del finanziere, l’invocazione al Patrono San Matteo, il Silenzio e un lungo applauso delle centinaia di persone presenti alla funzione e raccolte nella piazza per accompagnare le bare per l’ultimo addio. Tra le autorità, oltre al vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Mazzolini e numerosi primi cittadini della Val Canale, anche il sindaco di Montereale Valcellina Igor Alzetta, paese natale di Lorenzo Paroni.
Al termine della cerimonia i cortei funebri proseguono rispettivamente per Silvi Marina e Montereale Valcellina dove le famiglie hanno organizzato e cerimonie di commiato per le rispettive comunità locali, prima dell’inumazione.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?