Seguici su

Cronaca & Attualità

In 300 alla “Cerimonia del Tocco”, la festa dell’appartenenza all’ateneo friulano

Evento dedicato a nuovi assunti, progressioni di carriera, pensionati dal 2019 al 2022

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – Sono stati circa 300 tra professori, ricercatori e personale tecnico amministrativo a partecipare oggi alla quarta Cerimonia del Tocco dell’Università di Udine, la “festa dell’appartenenza” all’Ateneo friulano. Il rettore Roberto Pinton e il prorettore Andrea Cafarelli hanno consegnato a tutti un riconoscimento simbolico personalizzato per ricordare tre momenti significativi della loro carriera universitaria tra il 2019 e il 2022: l’assunzione, la progressione di carriera, la quiescenza. Assieme ai protagonisti della cerimonia, parenti e amici hanno affollato, mattina e pomeriggio, l’aula Strassoldo, dove si è svolto l’evento. Il tocco è il caratteristico copricapo che simboleggia l’appartenenza al corpo accademico. La cerimonia che prende il suo nome vuol essere un tributo a chi, nei diversi ruoli, contribuisce al progresso dell’Ateneo friulano.

«La comunità accademica – ha detto il rettore Roberto Pinton – è innanzitutto un insieme di persone che, indipendentemente dai ruoli ricoperti, condivide una parte importante della propria vita lavorativa. È quindi giusto celebrare pubblicamente i momenti significativi della carriera del personale, dei ricercatori e dei professori del nostro Ateneo. Una giornata dedicata all’accoglienza, ai saluti, alla riconoscenza e all’apprezzamento per quello che tutti hanno contribuito e contribuiscono a realizzare per la nostra università».
Complessivamente, nel quadriennio 2019 – 2022, sono stati 490 tra professori, ricercatori e personale tecnico amministrativo coinvolti nei tre passaggi di carriera. Di questi, 250 ricercatori e professori (associati e ordinari) sono stati assunti o hanno avuto una progressione di carriera; 99 tra il personale tecnico amministrativo sono stati assunti o hanno avuto una progressione di carriera; 141 i pensionati tra personale, ricercatori e professori.

Chi è andato in quiescenza – professori, ricercatori e personale – ha ricevuto il sigillo dell’università con impressa l’immagine dell’aquila. Al personale tecnico amministrativo nuovo assunto o che ha avuto un avanzamento di carriera è stato consegnato il sigillo con decorazione a smalto blu e oro. I nuovi ricercatori hanno ricevuto una medaglia raffigurante il volto di Leonardo da Vinci. Ai nuovi professori associati è stata consegnata una medaglia con impresso il tocco accademico e il rametto d’alloro; ai nuovi professori ordinari una medaglia che riproduce la cattedra di Galileo Galilei. Su tutte le medaglie è impresso il nome e la data di presa di servizio.
Assieme a rettore, prorettore e direttore generale hanno partecipato le direttrici, i direttori, o i loro rappresentanti, degli otto dipartimenti in ordine di chiamata: Lingue e letterature, comunicazione, formazione e società; Politecnico di ingegneria e architettura; Scienze agroalimentari, ambientali e animali; Scienze matematiche, informatiche e fisiche; Studi umanistici e del patrimonio culturale; Area medica; Scienze economiche e statistiche; Scienze giuridiche.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità