Seguici su

Regione FVG

Sport, Anzil: “Gratitudine per l’impegno delle società calcistiche centenarie”

Il vicepresidente ha testimoniato la vicinanza della Regione al mondo calcistico dilettantistico durante la premiazione delle società centenarie

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – “La Regione ci tiene a portare un messaggio di profonda gratitudine alle associazioni calcistiche dilettantistiche centenarie. È un’occasione per ricordare il contributo di tantissimi dirigenti e allenatori che si sono succeduti negli anni per consentire ai giovani di praticare sport e di inseguire i propri sogni”.
Così il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega a Cultura e sport Mario Anzil ha testimoniato la vicinanza della Regione al mondo calcistico dilettantistico durante la premiazione delle società centenarie che si è svolta stasera nella sede della Regione a Udine.

“Una gratitudine che la Regione estende alla Figc regionale e alla Lega dilettanti nella persona del suo presidente Ermes Canciani per la passione con cui conduce questo impegno che si compone del lavoro di tanti”, ha aggiunto Anzil.
Sono 13 le società calcistiche che hanno raggiunto i cento anni di attività e oltre a loro sono stati premiati due dirigenti distintisi per la longevità del loro impegno sul campo: Giovanni Serini della Asd Tolmezzo Carnia e Patrizio Tolfo della Sap Ramuscellese.

Due premi speciali sono andati a due giovani: il sedicenne capitano dell’Unione Friuli Isontina che lo scorso novembre ha salvato la vita al compagno di squadra dopo uno scontro di gioco, praticando gli interventi di primo soccorso che aveva appreso a scuola; il quindicenne arbitro della sezione di Udine aggredito da un allenatore adulto al termine della partita Cormonese Deportivo Junior giocata lo scorso 10 dicembre.
Le società Asd premiate sono: la Sanvitese, la Aurora Buonacquisto, la U. Fincantieri Monfalcone, la Turriaco 1922, la Vesna, la Moraro, la Com. Gonars, la Pro Gorizia, la Risanese, la Tarcentina, la Tricesimo, la Zaria, la Villa. ARC/SSA/pph

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?