Seguici su

Trieste

116 opere per Trieste: il regalo eccezionale dei coniugi Luciani

Un gesto straordinario di mecenatismo illumina la città di Trieste: i coniugi Luciani donano 116 opere d’arte per arricchire il patrimonio culturale della comunità

Avatar

Pubblicato

il

Il sindaco Roberto Dipiazza con i coniugi Annamaria e Luciano Luciani
Il sindaco Roberto Dipiazza con i coniugi Annamaria e Luciano Luciani

Ieri mattina (martedì, 11 giugno), il sindaco Roberto Dipiazza ha accolto nel prestigioso Salotto Azzurro i coniugi Annamaria e Luciano Luciani, protagonisti di un gesto di mecenatismo senza precedenti nei confronti della città di Trieste. La loro recente acquisizione di 116 opere della pittura triestina, destinate a essere donate al Comune, ha suscitato un clima di gratitudine e apprezzamento che ha reso l’incontro un momento memorabile per la comunità triestina.

Un gesto di valore culturale e sociale

La generosa donazione dei coniugi Luciani rappresenta un atto di straordinaria importanza per la cultura e il patrimonio artistico della città. Questo gesto non solo arricchirà le collezioni pubbliche, ma sottolinea anche il legame profondo tra cittadini e istituzioni, dimostrando che il sostegno alla cultura può essere un motore di coesione sociale e di crescita civica.

Un incontro cordiale e istituzionale

All’incontro nel Salotto Azzurro hanno partecipato anche l’assessore comunale alle Politiche della Cultura e del Turismo Giorgio Rossi e Manuela Declich, consigliere comunale e presidente del Curatorio del Museo Revoltella. La presenza delle autorità locali sottolinea l’importanza attribuita dal Comune a questo gesto di eccezionale generosità e il suo impegno nel valorizzarlo al meglio.

Il riconoscimento del sindaco e dell’amministrazione

Il sindaco Roberto Dipiazza ha espresso la sua gratitudine ai coniugi Luciani, sottolineando l’importanza di curare e valorizzare le donazioni straordinarie a favore della città. Questo gesto, ha dichiarato il sindaco, è un vero onore e un orgoglio per Trieste, testimoniando la presenza di cittadini virtuosi e generosi come Annamaria e Luciano Luciani.

L’impegno dell’amministrazione per valorizzare il dono

L’assessore Giorgio Rossi ha evidenziato la semplicità e la grandezza del gesto compiuto dai coniugi Luciani, sottolineando l’importanza di questo segnale di sintonia tra cittadini e istituzioni. L’amministrazione si è impegnata a organizzare una mostra al Museo Revoltella per esporre le opere donate e a creare una sezione permanente dedicata alla loro collezione.

Il ruolo del Museo Revoltella nel processo di valorizzazione

La presidente del Curatorio del Museo Revoltella, Manuela Declich, ha annunciato l’avvio dei lavori per selezionare le opere donate da esporre permanentemente nel museo. Questo processo di selezione, curato dai conservatori del museo, garantirà la massima valorizzazione delle opere e la creazione di uno spazio dedicato al contributo dei coniugi Luciani alla cultura triestina.

Prossimi passi: formalità e valorizzazione

Al termine dell’incontro nel Salotto Azzurro, il sindaco ha consegnato ai coniugi Luciani lo stemma ufficiale della città, simbolo del riconoscimento istituzionale per il loro gesto di straordinaria generosità. Entro il mese di giugno, il Comune procederà con gli atti formali di accettazione del dono e il trasferimento delle opere al Museo Revoltella, dove verranno valorizzate secondo gli impegni presi dall’amministrazione.

Conclusioni: un segno tangibile di impegno civico e culturale

L’incontro nel Salotto Azzurro con i coniugi Luciani ha rappresentato un momento significativo nella storia culturale di Trieste. Il loro gesto di mecenatismo rimarrà un esempio di generosità e dedizione alla città, incoraggiando futuri atti di valorizzazione e sostegno al patrimonio artistico e culturale della comunità

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità