Seguici su

Regione FVG

Università di Trieste, nuove lauree magistrali in inglese per la transizione digitale ed ecologica

L’Università di Trieste presenta due nuovi corsi di laurea magistrale in inglese, focalizzati su transizione digitale, ecologica ed energetica. Sostenuti dalla Regione Friuli-Venezia Giulia, mirano a formare figure professionali innovative e richieste

Avatar

Pubblicato

il

L'assessore Rosolen alla presentazione dei nuovi corsi di laurea magistrali di Units - Università di Trieste, nuove lauree magistrali in inglese per la transizione digitale ed ecologica
L'assessore Rosolen alla presentazione dei nuovi corsi di laurea magistrali di Units

TRIESTE – L’Università di Trieste ha recentemente presentato due nuovi corsi di laurea magistrale in lingua inglese, focalizzati sulla transizione digitale, ecologica ed energetica. Questi percorsi formativi, denominati “Engineering for the Energy Transition” e “European Policies for Digital, Ecological and Social Transitions”, sono stati sviluppati dai dipartimenti di Ingegneria e di Scienze Politiche e Sociali.

Un’offerta formativa innovativa e multidisciplinare

Il rettore dell’Università di Trieste, Roberto Di Lenarda, ha sottolineato l’importanza di questi corsi che mirano a formare figure professionali innovative e altamente richieste nel mercato del lavoro. L’obiettivo principale è sviluppare nuovi modelli e professioni necessarie per affrontare i processi di transizione. La multidisciplinarità è un elemento chiave di questi percorsi, che integrano competenze in ingegneria, scienze politiche, economia e scienze sociali.

Il sostegno della Regione Friuli-Venezia Giulia

L’assessore regionale all’Istruzione, Alessia Rosolen, ha evidenziato il ruolo fondamentale della Regione nel supportare e cofinanziare queste iniziative. La collaborazione tra l’Università di Trieste e la Regione è stata determinante per il lancio di questi corsi, con un chiaro impegno verso la decarbonizzazione e la lotta ai cambiamenti climatici.

Progetto Decarb e il laboratorio Elisa

Parte integrante di questa collaborazione è il progetto Decarb, che mira a migliorare la competitività della ricerca regionale. Nel primo lotto di interventi, è stata realizzata la costruzione del laboratorio Elisa, un impianto di stoccaggio e accumulo energetico con impianti fotovoltaici. Questo laboratorio, cofinanziato dalla Regione con un investimento complessivo di 527mila euro nel triennio 2022-24, sarà un punto di riferimento per ingegneri, chimici, informatici, economisti e scienziati sociali.

L'assessore Rosolen all'inaugurazione del laboratorio Elisa

L’assessore Rosolen all’inaugurazione del laboratorio Elisa

Le parole di Alessia Rosolen

“L’obiettivo è quello di attrarre sempre più giovani sul territorio, offrendo percorsi di alta formazione e creando nuove opportunità per contrastare i cambiamenti climatici in atto”, ha dichiarato Rosolen. Ha inoltre evidenziato come la Regione stia mettendo in campo misure concrete per supportare l’attrattività del territorio e migliorare i livelli di occupabilità.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità