Seguici su

Cronaca

Acqua: il Cafc dà la possibilità di dilazionare i pagamenti delle bollette

Le fatture inviate alle aziende e alle famiglie saranno pagate in due rate: la prima rata a 60 giorni e la seconda rata a 90 giorni

Pubblicato

il

UDINE – Un piano agevolato per venire incontro a imprese e famiglie in un momento di drammatica emergenza da Covid19 che ha messo in ginocchio attività e certezze economiche. La decisione presa dal gestore del servizio idrico Cafc, che continua nella propria attività di gestione ed erogazione del servizio pubblico dell’acqua, con la consueta attenzione alla qualità e alla sicurezza, è quella di dare a tutti la possibilità di dilazionare i pagamenti.

Cafc ricorda che la gestione del servizio pubblico è definita e normata da precise disposizioni di legge e atti amministrativi dell’Autorità garante che stabiliscono, in maniera non derogabile dalle società del servizio idrico, le tariffe da applicare relative ai consumi. Si tratta, dunque, di un servizio strettamente regolamentato dall‘Autorità di regolazione per quanto riguarda il costo a carico di imprese e famiglie.

Cafc però ha la possibilità, pur operando in un mercato regolamentato, di agire decidendo di far dilazionare il pagamento delle fatture mediante un piano agevolato rivolto a imprese e cittadini. In una fase storica come questa in cui l’emergenza sanitaria ha provocato notevoli criticità economiche e lavorative, Cafc ha stabilito, già a partire da questa settimana, un programma di aiuto: le fatture inviate alle aziende e alle famiglie saranno pagate in due rate: la prima rata a 60 giorni e la seconda rata a 90 giorni dalla data della fattura.
Chiunque abbia bisogno di chiarimenti, può contattare il numero verde 800 713 711.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?