Seguici su

Basket

Udine esce vincitrice dalla battaglia con Scafati

Pubblicato

il

Giuri in azione contro Scafati

UDINE – L’OWW Udine torna a sorridere battendo la Givova Scafati per 88 a 83 nel terzo turno del girone bianco della fase ad orologio.

In un altro incontro dall’intensità tipica dei playoff, segnato da un costante equilibrio, i bianconeri dimostrano, ancora una volta, di riuscire ad arrivare più lucidi degli avversari nei finali di partita. Una qualità importante, fondata sull’esperienza e sulla classe di giocatori navigati come Antonutti, Johnson e Giuri. I tre sono stati abilissimi a portare i due punti dalla sponda friulana dopo che le triple degli stessi Johnson e Giuri avevano permesso ai friulani di tornare avanti ad inizio ultimo quarto. Il play-guardia ex Venezia, in particolare ha giocato un match praticamente perfetto mettendo a segno 22 punti, con 5 triple fondamentali (una, nel finale, praticamente “ammazzapartita”), e smazzando 4 assist.

Scafati, che recuperava il playmaker Marino e la guardia Sergio, ha giocato una partita di livello, rimanendo in vantaggio più a lungo dei friulani nel corso del match. Limitato il “califfo” Thomas, con l’alternanza in marcatura di Antonutti, Italiano e Foulland, i campani hanno potuto contare sulla solidità sotto canestro di Benvenuti, sul quale Foulland ha palesato più di qualche difficoltà, sui tiri piazzati di Sergio e sui canestri da sotto di Palumbo, abilissimo più volte a farsi trovare libero sotto canestro.

Tutto ciò non è tuttavia bastato agli ospiti quando l’OWW, con il parziale di 11 a 0 propiziato da due triple consecutive di “D.J.” Dominique Johnson, si è riportata avanti di 8 lunghezze (84-76) a 1’42” dal termine . Il ricorso al fallo sistematico da parte di Scafati non ha pagato, nonostante ancora qualche errore ai tiri liberi dei friulani, e la squadra di Boniciolli ha incamerato il secondo successo, su tre gare, della fase ad orologio.

Domenica i bianconeri andranno sul campo di Forlì, una partita che lo stesso Boniciolli carica di significato: “Al di là di quello che sarà l’esito di questa fase ad orologio, noi siamo già sicuri di avere un posto nei play-off, ma stiamo cercando di scalare posizioni in classifica per arrivare ad avere in casa anche l’eventuale gara di cinque di semifinale. Per fare questo dovremo superare Forlì e sarà, quindi, importante l’esito della partita di domenica prossima, anche se conta di più che la squadra cresca ancora e che dimostri di potere giocare su “terreni” diversi, da quelli con punteggi bassi come a Napoli, a quelli con punteggi più alti come con Scafati”.

APU OLD WILD WEST UDINE – GIVOVA SCAFATI 88-83 (18-20, 44-38, 65-69)

APU OLD WILD WEST UDINE: Johnson 15, Deangeli 4, Amato 7, Schina ne, Antonutti 18, Mobio 2, Agbara ne, Foulland 8, Giuri 22, Nobile 2, Pellegrino 5, Italiano 5. All. Boniciolli.

GIVOVA SCAFATI: Musso 5, Dincic ne, Palumbo 10, Jackson 10, Marino 6, Thomas 10, Rossato 8, Sergio 15, Benvenuti 15, Cucci 4. All. Finelli.