Seguici su

Basket

Udine in scioltezza passa a Milano

Pubblicato

il

Mussini in campo contro l'Urania (foto APU)

MILANO – Tutto facile, o quasi, per l’APU Old Wild West Udine che batte nettamente fuori casa l’Urania Milano per 81 a 54.

I padroni di casa, privi, causa infortunio, dell’apporto del loro migliore giocatore, l’ala americana Aaron Thomas, non sono mai riusciti ad opporsi ad armi pari ai friulani che hanno imposto  il loro gioco sin dalle prima battute del match.

Già dopo i primi 5′, i giocatori di coach Boniciolli erano avanti di 16 lunghezze (3-19), a testimonianza della differenza di valori in campo. La novità, se vogliamo, è stata che a splendere tra i bianconeri, oltre a quella di un Walters che dimostra di essere sempre più una certezza che l’incognita di inizio stagione, è stata la stella un Ebeling alla prima vera recita da protagonista da quando è giunto in Friuli. Il figlio d’arte ed ex Ferrara ha, infatti, messi a segno 9 punti nei primi 300” di gioco, conditi da una tripla dall’angolo sinistro e da una spettacolare schiacciata bimane ed ha concluso con 14 punti complessivi.

Quasi di pura gestione il resto del match, che non ha mai visto Milano rifarsi pericolosamente sotto. Merita segnalare, tra i bianconeri, la prestazione di Mussini, che sembra stare smaltendo le ultime scorie della forzata inattività, che è stato il top-scorer dei friulani con 15 punti.

Due match attendono i bianconeri prima di chiudere il 2021. Domenica prossima al Carnera arriverà la formazione del Trapani, mentre, nel successivo giovedì e sempre tra le mura amiche, ci sarà l’atteso recupero contro Torino.

URANIA MILANO – APU OLD WILD WEST UDINE 54-81 (9-29, 25-38, 44-61; 54-81)

URANIA MILANO: Piunti 5 punti, Bossi 11, Manzoli ne, Gravaghi ne, Nikolic 11, Cipolla 3, Montano 11, Paci 9, Pesenato 2, Abega 2, Cavallero, Thomas ne. All. Davide Villa.

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 8 punti, Walters 13, Mussini 15, Pieri, Esposito 1, Giuri 7, Nobile, Pellegrino 9, Italiano 2, Lacey 10, Ebeling 14. All. Matteo Boniciolli.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?