Seguici su

Basket

L’OWW chiude la stagione regolare piegando Verona

Pubblicato

il

Cappelletti in azione contro Verona

UDINE – Nell’anticipo di sabato sera, l’OWW fa sua anche l’ultima gara della “fase ad orologio” battendo tra le mura amiche la Tezenis Verona per 73 a 68 e chiudendo al primo posto la stagione regolare prima di affrontare, domenica prossima, il primo turno dei play-off.

E’ stata, come nelle previsioni, una partita difficile, dura, sporca ed avvincente quella disputata dai friulani contro i veneti, secondi in classifica nel girone verde della serie A2 ed allenati dall’esperto coach, ex Apu, Ramagli. L’allenatore toscano, nel presentare il match con i bianconeri, aveva, in verità, parlato di una partita che non aveva alcun significato di classifica, né per i suoi giocatori né per i padroni di casa. Nonostante le dichiarazioni tutto sommato pacifiche, la Scaligera ha giocato una partita “gagliarda”, di grande fisicità, che ha impensierito a lungo i padroni di casa, privi di Giuri tenuto precauzionalmente a riposo.

Dopo un primo quarto condotto in avanti sfruttando la forza fisica sotto canestro di Walters, l’OWW nel secondo quarto, complice la sosta in panchina di Cappelletti, ha segnato la miseria di soli 8 punti, frenata dalla difesa “mani addosso” e dalla stazza degli ospiti. Coach Boniciolli l’ha definito il peggior quarto giocato dagli udinesi in tutto il campionato, con tante iniziative personali e poco gioco di squadra.

Andata sotto fino al -7 di inizio 3o quarto (30-37), Udine è poi risorta poggiando su una difesa ai limiti della perfezione e sfruttando la classe e l’energia del suo miglior uomo, il playmaker Cappelletti (16 punti e 9 assist) che tra recuperi difensivi e contropiedi terminati con canestri o assistenze perfette ai compagni ha invertito l’inerzia del match, ben spalleggiato da Mussini in versione “shooter” (16 punti anche per l’ex Trieste).

Il finale ha riservato ancora qualche brivido ai tifosi friulani perché Udine, arrivata anche sul +12 (59-47), ha perso per mancanza di lucidità alcuni palloni nel finale (3 di fila con Cappelletti) consentendo alla Tezenis di ritornare sotto e di arrivare a -1 (68-69) con Casarin dalla lunetta. Antonutti con due liberi fondamentali ha riportato a +3 Udine, prima che Spanghero graziasse i friulani sbagliando la tripla del pareggio. Di Cappelletti i due liberi finali che hanno poi chiuso il match.

Con questa vittoria sofferta, Udine chiude una stagione regolare da incorniciare, con 26 vittorie e solo 4 sconfitte. Da domenica prossima comincia un nuovo capitolo della storia che si intitola: “Play-off”. Si parte domenica 8 maggio alle ore 18 per Gara-1.

APU OLD WILD WEST UDINE – TEZENIS VERONA 73-68 (20-17, 28-34, 53-45)

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 16 punti, Walters 11, Mussini 16, Pieri ne, Antonutti 5, Esposito 4, Nobile, Pellegrino 3, Italiano 6, Bovo, Lacey 10, Ebeling 2. All. Matteo Boniciolli.

TEZENIS VERONA: Caroti 3 punti, Casarin 3, Johnson 14, Candussi 3, Nonkovic ne, Rosselli 8, Pini 3, Anderson 15, Udom 9, Grant 5, Spanghero 5. All. Alessandro Ramagli.