Seguici su

Cronaca

Frecce Tricolori: in 10 mila per l’esibizione di chiusura dell’addestramento

Al via la 62ma stagione acrobatica. Evento dedicato ai club della Pan

Pubblicato

il

FVG – Le Frecce tricolori sono un’eccellenza del territorio non solo regionale. Sono un esempio concreto di impegno, spirito di sacrificio, disciplina, senso del dovere a cui ispirarsi. La Pattuglia acrobatica nazionale (Pan) ha un legame profondo con il territorio, è un patrimonio indissolubile che riempie di orgoglio l’intera comunità. L’Amministrazione regionale continuerà ad essere a fianco della Pan a cui augura di raccogliere ancora tanti successi anche nella 62ma stagione acrobatica ormai alle porte.
E’ il messaggio che il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, ha rilasciato a margine dell’ultimo addestramento della Formazione 2022 organizzato alla base aerea di Rivolto (Udine).
L’evento, riservato ai Club Frecce Tricolori, come da tradizione, ha chiuso il periodo di addestramento in vista della stagione acrobatica della pattuglia che partirà il 7 maggio con l’Air show a Giovinazzo-Molfetta (Bari).

Con il vicegovernatore era presente l’assessore alle Attività produttive e Turismo,Sergio Bini, che ha ricordato la pluriennale collaborazione con l’Aeronautica militare nell’ambito della quale la Regione promuove il territorio anche all’estero. Le Frecce Tricolori, per l’assessore della Giunta del Friuli Venezia Giulia, contribuiscono a tenere alto il nome dell’Italia e del Friuli Venezia Giulia nel mondo.
Come hanno sottolineato gli esponenti dell’Esecutivo regionale che hanno assistito alle spettacolari esibizioni, le Frecce Tricolori sono capaci di tenerci con il fiato sospeso, di emozionare e di farci sentire profondamente orgogliosi di essere italiani.
Presente alla manifestazione anche il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin.

Il volo acrobatico non è fine a se stesso, ma la dimostrazione della capacità e della professionalità dell’addestramento dell’Aeronautica militare. I ragazzi che fanno parte della Pattuglia acrobatica nazionale (Pan) provengono dai reparti operativi, quindi anche l’acrobazia è un elemento chiave per la formazione di un pilota. Lo ha affermato il generale di Squadra aerea Luca Goretti, attuale Capo di Stato maggiore dell’Aeronautica militare italiana.