Seguici su

Cronaca

Udine, firmata una convenzione per la pulizia delle aree urbane

Sio tratta di un progetto di giustizia riparativa, che è iniziato dalle fermate degli autobus

Pubblicato

il

UDINE – Sfalcio dell’erba, estirpo, pulizia, piccole manutenzioni. Sono queste le mansioni che rientrano nella convenzione sottoscritta tra il Comune di Udine e l’associazione di volontariato “I nostri diritti Aps” per la realizzazione del progetto “Giustizia Riparativa – Ordine e Decoro”, che si pone l’obiettivo di restituire alle aree urbane di fruizione pubblica e privata una condizione di fruizione decorosa e adeguata. L’accordo prevede, tra le altre cose, la pulizia di marciapiedi, aiuole e luoghi di pubblica utilità, quali parchi, giardini, parcheggi e altre aree di pertinenza.

Così il sindaco Pietro Fontanini: “Il progetto prevede l’impiego di persone destinate dal Tribunale ad eseguire lavori di pubblica utilità. Nell’ambito del programma “Giustizia riparativa”, il cui obiettivo è quello di far comprendere le caratteristiche e le conseguenze del reato commesso, l’Associazione “I Nostri Diritti” organizza e gestisce una serie di interventi dedicati alla cura e tutela del bene pubblico, mediante l’impiego delle persone e l’affiancamento con volontari e tutori”.

Ancora Fontanini: “Il Comune partecipa e coordina individuando i siti sensibili per i quali si rende opportuno l’intervento, avendo cura che il lavoro abbia una ricaduta sia pratica che simbolica e comunicativa. In quest’ottica sono stati avviati i primi interventi dedicati alla pulizia delle pensiline di attesa degli autobus oggetto di vandalismi e imbrattamenti. L’opera è a titolo gratuito, quindi senza alcun costo per il Comune, che però si rende disponibile a fornire eventuali materiali in caso di interventi di più ampia portata. Si stanno infatti già valutando ulteriori esigenze, come ad esempio la verniciatura di recinzioni presso edifici pubblici, la pulizia e sfalcio di piccole porzioni di marciapiede e altri interventi previsti dalla convenzione. Il progetto è già partito con la pulizia delle fermate autobus in alcune zone della città (nella foto, nei pressi del parco Moretti). I primi interventi sono stati senza dubbio soddisfacenti”.