Seguici su

Cronaca

L’ateneo friulano ricorda Roberto Gusmani, già rettore e caposcuola della linguistica udinese

Convegno del Dipartimento di Studi linguistici e del patrimonio culturale, lunedì 20 giugno alle 15, a Palazzo Antonini

Pubblicato

il

Roberto Gusmani, già rettore dell’Università di Udine

UDINE – A quasi 13 anni dalla scomparsa di Roberto Gusmani, già rettore dell’Università di Udine e insigne glottologo di fama internazionale, l’Ateneo organizza un convegno per ripercorrere la figura e l’opera di questo caposcuola sul plurilinguismo, la diversità linguistica e le lingue minoritarie.

“Ricordando Roberto Gusmani” è il titolo dell’appuntamento che si terrà lunedì 20 giugno, alle 15, nella sala convegni intitolata a Gusmani, a Palazzo Antonini a Udine (via Petracco 8). Il convegno, promosso dal Dipartimento di Studi linguistici e del patrimonio culturale, si potrà seguire anche online al link https://tinyurl.com/27fhk2vs.

Porteranno i saluti iniziali il prorettore Angelo Montanari, la direttrice del dipartimento, Linda Borean, e Raffaella Bombi e Vincenzo Orioles, allievi del professor Gusmani. Il convegno riprenderà alcuni dei temi centrali della ricerca del professor Gusmani, ai quali aveva dedicato alcuni numeri tematici della rivista “Incontri Linguistici” che fondò insieme a Franco Crevatin dell’Università di Trieste.

Lo stesso Crevatin, assieme a Carlo Consani, Paolo Di Giovine e Paola Dardano parleranno di linguistica greca, ittitologia e problemi di ricostruzione linguistica. Seguiranno gli interventi di Vincenzo Oriolese Raffaella Bombi sul plurilinguismo e i fenomeni di interferenza linguistica, di Francesco Costantini sul saurano, di Francesco Zuin sul timavese e diDiego Sidraschi sul ruolo degli archivi digitali per la tutela e valorizzazione delle lingue minoritarie.

«Il 16 ottobre 2019 erano trascorsi dieci anni dalla scomparsa del nostro maestro Roberto Gusmani – spiegano Orioles e Bombi – al quale i colleghi della scuola udinese che dà continuità al suo impegno e formata anche Francesco Costantini, Francesco Zuin e Diego Sidraschi, meditavano di dedicare un evento che desse testimonianza non solo della sua figura di caposcuola della linguistica praticata in ateneo, ma anche del suo contributo agli studi glottologici in campo nazionale e internazionale. Si tratta del primo di una serie di eventi che proseguiranno nel corso dell’anno».

Roberto Gusmani si laureò a Milano con Vittore Pisani. Professore di Glottologia all’Università di Udine, si occupò, tra l’altro, di fenomeni di plurilinguismo, diversità linguistica, contatto interlinguistico e di lingue minoritarie. Tutti temi che ben interpretano le specificità del territorio regionale. Fu, tra l’altro, direttore dell’Istituto di glottologia e filologia classica dal 1972 al 1994, preside della Facoltà di Lingue e Letterature straniere, direttore del Centro internazionale sul plurilinguismo, Accademico dei Lincei.

Come Presidente della Società italiana di glottologia ebbe l’idea di creare una scuola di aggiornamento per giovani linguisti in formazione che successivamente portò a Udine nel 1982. Quest’anno la Scuola estiva di glottologia e linguistica festeggia la 46a edizione con oltre 60 corsisti provenienti da tutti grandi atenei italiani. Nel 1981 fu eletto rettore dell’Ateneo friulano, il primo appartenente ai ruoli della neonata Università della quale fu un autorevole artefice.