Seguici su

Cronaca

Intesa unanime del Cal per lo schema del del disabilità

La norma modifica, aggiorna ed evolve la Legge regionale attuale, la 41/96, che sarà abrogata il primo gennaio 2023.

Pubblicato

il

UDINE – Nella riunione di questo pomeriggio del Consiglio delle autonomie locali è stato raggiunto un traguardo importante: il Cal ha approvato all’unanimità lo schema di disegno di legge “Interventi a favore delle persone con disabilità e riordino e dei Servizi sociosanitari in materia”. La Regione lavora a questo progetto di riforma dal settembre 2021 e da allora si sono susseguiti 35 incontri che hanno visto la partecipazione di tutti i portatori di interesse (tra cui Consulta regionale delle associazioni delle persone con disabilità e delle loro famiglie del Friuli Venezia Giulia, sindaci, rappresentanti degli enti gestori, aziende sanitarie, responsabili degli ambiti dei servizi sociali) e hanno coinvolto le cooperative sociali, le organizzazioni sindacali e le direzioni dell’Amministrazione regionale.  La norma modifica, aggiorna ed evolve la Legge regionale attuale, la 41/96, che sarà abrogata il primo gennaio 2023. Intervenuto in videoconferenza al Cal, il vicegovernatore con delega alla Disabilità del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, ringraziando tutti coloro che hanno collaborato fattivamente al raggiungimento di questo primo traguardo, ha sottolineato l’importanza dell’intesa e l’unanimità da parte di tutti i soggetti.

L’esponente della Giunta ha spiegato che la nuova legge nasce per aiutare concretamente le persone con disabilità e le loro famiglie; ridisegna un sistema di interventi volto a garantire i loro diritti, in maniera uniforme, egualitaria su tutto il territorio regionale. La norma ridefinisce il sistema di sostegno, supporto e risposta ai bisogni che, comunque, fino a ora ha assolto alla sua funzione, facendosi carico delle tante istanze del mondo della disabilità.  L’esponente dell’Esecutivo ha dettagliato proprio rispetto a questo: la norma riprende e valorizza ciò che è stato fatto e assicura la necessaria continuità degli interventi, in linea con le normative nazionali e internazionali intervenute in questi 25 anni, e in accordo con la contemporanea cultura della disabilità, sancita in primis dalla convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità.
A ringraziare per il lavoro svolto dalla Regione è stato lo stesso Mario Brancati presidente della Consulta regionale delle associazioni delle persone con disabilità e delle loro famiglie del Friuli Venezia Giulia; è stato messo in luce come il contenuto della norma sia condiviso in prima battuta da chi la disabilità la vive ogni giorno.  Ora l’iter prevede l’approdo del documento in Giunta regionale per l’approvazione definitiva e la successiva trasmissione alla III Commissione consiliare per l’esame del Consiglio regionale.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?