Seguici su

Cronaca

Controlli delle forze dell’ordine a Friuli Doc, 22 patenti ritirate

Il prefetto: “Abbiamo messo in campo un importante servizio di ordine e sicurezza pubblica con la collaborazione di tutte le forze di polizia a tutela dei partecipanti all’evento”

Pubblicato

il

UDINE – Dall’8 all’11 settembre, “Friuli Doc” è stato presidiato dalle forze dell’ordine con l’impiego di oltre 200 uomini dislocati sul territorio per garantire il regolare e sereno svolgimento della manifestazione. Quest’ultima ha attirato nel centro di Udine un considerevole numero di visitatori, anche da fuori regione. È stata dedicata particolare attenzione ai luoghi di maggiore assembramento, operando principalmente mediante il presidio di piazze e luoghi di aggregazione, ma anche attuando continue pattuglie a piedi nelle strade e tra gli stand della fiera. In totale, nel corso dei quattro giorni di festa, 430 persone sono state sottoposte a controllo con l’etilometro, 22 sono stati gli esiti positivi e agli stessi è stata ritirata la patente. La somma dei punti decurtati a conducenti è di 250. Due veicoli sono stati sequestrati. Un paio le sanzioni amministrative: una per ubriachezza molesta e una per uso personale di sostanze stupefacenti. Nel bilancio figurano anche quattro persone denunciate in stato di libertà e un arresto per lesioni, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

È stata la prima edizione di Friuli Doc dopo il venire meno di norme restrittive legate al Covid-19, con un afflusso di persone decisamente elevato rispetto ai due anni precedenti – ha dichiarato il prefetto di Udine Massimo Marchesiello -. Abbiamo messo in campo un importante servizio di ordine e sicurezza pubblica con la collaborazione di tutte le forze di polizia a tutela dei partecipanti all’evento. Un applauso al personale delle forze dell’ordine che con professionalità ha garantito la sicurezza di cittadini e turisti in queste giornate così importanti”.
Un ringraziamento arriva anche dall’assessore alla sicurezza Alessandro Ciani. “Un grande grazie alle forze dell’ordine e alla nostra polizia locale per l’elevato numero di controlli effettuati. Va inoltre sottolineato il numero estremamente relativo di sanzioni che certifica ancora una volta come il popolo friulano si sia dimostrato rispettoso delle regole”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?