Seguici su

Cronaca

Incidenti in montagna: morto il giovane disperso sulle Alpi Giulie

Trovato in una profonda buca grazie al cane del Cnsas

Pubblicato

il

MALBORGHETTO – VALBRUNA – È stato ritrovato senza vita il corpo del giovane, di 24 anni, di Padova, disperso da ieri nel gruppo del Jôf Fuart, a Malborghetto Valbruna.
Il ragazzo aveva pernottato al Rifugio Pellarini, da dove ieri mattina era partito con l’intenzione di scalare da solo lo spigolo Deye Peters, una nota e difficile via di arrampicata che risale lo sperone Nord est della Torre delle Madri dei Camosci. Proprio attraverso alla testimonianza del gestore del Rifugio, che aveva provato ripetutamente a dissuaderlo a portare a termine l’impresa in solitaria, le ricerche si sono concentrate in quella zona.

Grazie al fiuto del cane Asia del Cnsas Fvg, che è stato portato sul nevaio sottostante l’attacco dello Spigolo Deye Peters, è stato possibile ispezionare una buca presente sul manto e individuare il corpo sul fondo. I tecnici del Soccorso Alpino si sono calati per una decina di metri e lo hanno recuperato riportandolo in superficie. Il medico legale ha constatato il decesso. Sono in corso le operazioni di recupero della salma con l’elicottero.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?