Seguici su

Cronaca

Nuovi voli Ryanair dal Trieste Airport verso Barcellona e Dublino

Dall’estate 2023 la compagnia aerea garantirà 11 rotte totali, comprese quelle per Spagna e Irlanda che avranno frequenza bi-settimanale

Pubblicato

il

TRIESTE – “Grazie all’importante partnership con Ryanair andiamo a potenziare sia i collegamenti nazionali con un aumento di frequenze con alcuni scali come Palermo e Bari ma anche quelli internazionali con l’introduzione di due nuove rotte, Barcellona e Dublino, che si sommano a quelle già presenti di Valencia, Londra, Malta e di Bruxelles che riprenderà in primavera. Trieste Airport presenta oggi nuove opportunità di mobilità per i nostri cittadini e, soprattutto, per chi vuole venire in Friuli Venezia Giulia per turismo e per diverse attività di business”.

Lo ha affermato oggi il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, a margine della conferenza stampa nel corso della quale, insieme al ceo di Ryanair, Eddie Wilson, e all’amministratore delegato di Trieste Airport, Marco Consalvo, è stato presentato l’avvio del piano pluriennale di crescita con un forte focus sullo sviluppo internazionale dell’aeroporto della nostra Regione. “È in forte espansione la collaborazione fra Regione, Trieste Airport e Ryanair – ha sottolineato Fedriga -. Si tratta di una partnership strategica per lo sviluppo e per l’attrattività del Friuli Venezia Giulia”.

Dall’estate 2023 la compagnia aerea garantirà 11 rotte totali, comprese quelle per Barcellona e Dublino che avranno frequenza bi-settimanale. Si tratta di un aumento del 28 per cento rispetto la programmazione dello scorso anno. Lo scalo della nostra Regione sarà collegato infatti anche con Bruxelles Charleroi, Londra Stansted, Malta, Valencia, Bari, Cagliari, Catania, Napoli e Palermo.

Nel corso della conferenza stampa è stato ricordato che Ryanair ha attualmente oltre 90 aeromobili basati in Italia, mentre a livello complessivo la compagnia ha ordinato 210 nuovi “Gamechanger”, una settantina dei quali sono già operativi. Questi nuovi aeromobili offrono il 4 per cento di posti in più, ma allo stesso tempo consumano il 16 per cento in meno di carburante e riescono a ridurre le emissioni acustiche di oltre il 40 per cento.

“Con questa alleanza – ha concluso Fedriga – vogliamo far crescere Trieste Airport nei prossimi cinque anni. Una realtà su cui la Regione sta investendo molto nell’ottica di far conoscere sempre di più il Friuli Venezia Giulia su scala globale”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?