Seguici su

Cronaca

Può ripartire l’iter per la realizzazione del tempio crematorio a Paderno

Il sindaco Fontanini: “La città ha un urgente bisogno per rispondere alla crescente domanda di cremazioni”

Pubblicato

il

UDINE – “Il Consiglio di Stato ha definitivamente confermato la correttezza dell’operato dell’amministrazione nell’esclusione della Altair Funeral e della relativa rete temporanea d’impresa dalla gara per la gestione del nuovo tempio crematorio che sarà realizzato a Paderno”. Lo ha annunciato il sindaco Pietro Fontanini. “La società – ha spiegato Fontanini – aveva inizialmente presentato ricorso al Tar contro la decisione della stazione appaltante di escluderla dalla gara e successivamente, vista la pronuncia del Tar favorevole al Comune, si era appellata al Consiglio di Stato, ricevendo oggi una nuova e definitiva bocciatura”.

“La Altair Funeral ha infatti non solo inserito, nel sub-raggruppamento orizzontale, una società priva di requisiti, intendendo erroneamente le attività di manutenzione come autonoma dall’attività di gestione dell’impianto, con la conseguenza di ritenere le sotto-società esentate dal rispetto dei requisiti, ma ha presentato due delle società senza documentazione, invocando poi il soccorso istruttorio, che permette l’integrazione in un secondo momento della documentazione, possibilità questa non applicabile trattandosi di una mancanza non formale ma sostanziale”, ha chiarito il primo cittadino.

“Ma al di là dei tecnicismi, quello che conta è che ora finalmente la commissione può procedere all’apertura della busta economica e all’aggiudicazione della gara, dando il via ai lavori di realizzazione di un’opera della quale la città ha un urgente bisogno per rispondere alla crescente domanda di cremazioni e che contribuirà anche alla riduzione dell’inquinamento atmosferico rispetto alle emissioni prodotte dall’impianto attualmente utilizzato presso il Cimitero di San Vito. Ringrazio ancora una volta l’avvocato Martinuzzi per il lavoro svolto e tutti i componenti dell’avvocatura del Comune”, ha concluso Fontanini.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?