Seguici su

Cronaca & Attualità

Balneazione sicura: l’ARPAV conferma la qualità delle acque in Friuli-Venezia Giulia

L’ARPAV ha confermato la balneabilità delle acque in Friuli Venezia Giulia dopo nuovi campionamenti. Superati i valori limite a causa delle piogge, la balneazione riprende in sicurezza in varie località.

Avatar

Pubblicato

il

Mare a Trieste
Mare a Trieste (© Depositphotos)

L’Agenzia per la protezione dell’ambiente del Friuli-Venezia Giulia (ARPAV) ha recentemente condotto un nuovo campionamento suppletivo in tutte le aree balneabili dove erano stati registrati superamenti dei valori limite. I campioni prelevati nei Comuni di Staranzano, Monfalcone, Trieste e Muggia hanno mostrato valori conformi alle normative vigenti, permettendo la ripresa regolare della balneazione.

Nel dettaglio, i punti di campionamento interessati sono stati:

  • Staranzano: Lido di Staranzano
  • Monfalcone: Marina Julia e Marina Nova
  • Trieste: Diga Nord
  • Muggia: Bagno muggesano e Bagno GMT

In tutti questi siti, i valori sono risultati conformi alla normativa per la balneazione, garantendo la sicurezza per i bagnanti.

Comunicazione dell’assessore Fabio Scoccimarro

L’Assessore regionale alla Difesa dell’ambiente Fabio Scoccimarro ha reso noto che nel pomeriggio saranno disponibili anche i risultati delle analisi suppletive per il Comune di Grado. I punti di prelievo a Grado includono:

  • Camping Tenuta Primero
  • Camping Europa e Punta Spin
  • Lido del Carabiniere

L’assessore Scoccimarro ha spiegato che i campioni analizzati precedentemente avevano presentato indicatori di contaminazione fecale superiori ai limiti consentiti. Questo è stato probabilmente causato dalle forti piogge dei giorni precedenti, che hanno avuto un effetto temporaneo e di breve durata sulla qualità dell’acqua.

Tempistiche di ricampionamento

Secondo la normativa, il ricampionamento dovrebbe avvenire entro 72 ore dal superamento dei valori limite. Tuttavia, Scoccimarro ha indicato che l’ARPAV è stata istruita a procedere entro 24 ore dall’inizio della stagione balneare. Questa misura è stata adottata per favorire la fruizione dei servizi turistici e garantire la sicurezza dei bagnanti.

I risultati delle analisi verranno pubblicati sulla pagina web dell’Agenzia dedicata alla balneazione.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità