Seguici su

Cronaca

Coronavirus, Riccardi: “Pensiamo di aprire alle visite dei parenti in case riposo”

Sa una parte ci sarà l’esigenza di limitare una probabile ripresa della pandemia generata dall’allentamento delle misure, dall’altra bisognerà regolare il regime di “normalità ridotta”

Pubblicato

il

UDINE  – “Relativamente alla condizione di solitudine degli anziani residenti nelle Asp dovuta alla sospensione delle visite dei parenti, pensiamo di individuare delle soluzioni che consentano di aprire alla possibilità per gli stessi ospiti delle case di riposo di incontrare in sicurezza i propri cari”.
Lo ha detto a Palmanova il vicegovernatore con delega alla Salute e Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, nel corso dell’incontro in videoconferenza con i sindaci e i presidenti degli Ambiti che fanno riferimento all’Azienda Giuliano Isontina.

Come ha spiegato Riccardi, la fase che si apre nei prossimi giorni presenta un quadro di maggiore complessità rispetto a quella precedente, in quanto da una parte ci sarà l’esigenza di limitare una probabile ripresa della pandemia generata dall’allentamento delle misure, dall’altra bisognerà regolare il regime di “normalità ridotta”, comprendendo in questi provvedimenti anche la parte relativa all’articolo 8 dell’ultimo Dpcm afferente alle disabilità. “Un servizio importante – ha concluso – che dovrà ripartire all’interno di una cornice adeguata a garantire la piena sicurezza degli operatori e delle persone seguite”.

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?