Seguici su

Cronaca & Attualità

“Centro stupri”: chiesta l’archiviazione

Avatar

Pubblicato

il

UDINE – La Procura di Udine ha chiesto al gip di disporre l’archiviazione del procedimento nei confronti degli otto giovani che la scorsa estate avevano ideato, condiviso ed esibito lo slogan “Centro stupri”. Se l’erano fatto stampa su delle t-shirt che avevano poi indossato a una cena, a San Daniele del Friuli. E quelle stesse parole erano state usate per riservare un tavolo in una discoteca di Lignano. Il tutto, era finito sui social.

Per gli otto giovani friulani, erano stati ipotizzati i reati di istigazione a delinquere, propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale. Ora, esaminata la documentazione raccolta e valutata l’assenza di elementi penalmente rilevanti nelle condotte contestate, la Procura di Udine ha chiesto al gip di disporre l’archiviazione del procedimento, come riportato dal Messaggero Veneto.

Il caso, scoppiato l’estate scorsa, aveva suscitato sdegno sui social e tra l’opinione pubblica. Il procuratore aggiunto, oggi facente funzioni, Claudia Danelon, ha valutato il materiale raccolto dal personale della Digos, tra audizioni e copia delle chat e delle immagini presenti sui social e sui telefonini degli indagati, e ha ritenuto di non rinvenire – così come ricostruisce il quotidiano – un feedback negativo ai comportamenti, pur riprovevoli, dei ragazzi. Non, quantomeno, nei termini di “potenzialità di rischiosità” richiesti dalla giurisprudenza ai fini della configurabilità delle fattispecie ipotizzate. Entrambe sostenibili solo in presenza di un “rischio effettivo” di consumazione di altri reati. Il pm ha infine riscontrato “un’immediata reazione contraria e dissociativa da parte dei ragazzi”.  Il titolare della discoteca – riferisce ancora il Messaggero Veneto – chiederà un risarcimento per perdite e danni di immagine per un totale di 950 mila euro.

Continua a leggere le notizie di Diario FVG e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

You must be logged in to post a comment Login

Tu cosa ne pensi?

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità