Seguici su

Basket

Ritorno alla vittoria convincente per Udine contro Mantova

Pubblicato

il

Ebeling in azione contro Mantova (foto APU)

UDINE – Prestazione convincente dell’Old Wild West Udine che si impone per 69 57 sulla Staff Mantova. I friulani, che recuperavano Nobile dopo la convalescenza post-Covid, hanno condotto per tutta la gara, ad eccezione delle fasi iniziali del primo quarto in cui l’ex Cortese e Thompson hanno portato al massimo vantaggio di +4 per gli ospiti (9-13). Dal secondo quarto di gioco, il match non ha più avuto grandi sussulti, con Udine che ha tenuto controllati difensivamente i mantovani (autori di 57 miseri punti), mentre in attacco le “twin towers” Walters-Pellegrino, il solito Cappelletti ed un preciso Italiano assicuravano il bottino necessario per la vittoria friulana.

Ovviamente soddisfatto a fine partita coach Boniciolli: “Avevamo avvertito i nostri giocatori che Mantova, nonostante il periodo di difficoltà (6a sconfitta consecutiva, quella patita con Udine, n.d.r.), era stata in vantaggio per 38′ su 40′ nei match contro Torino e Cantù. Quindi, non c’era partita migliore, per mantenere la tensione alta e peggiore, per il valore dell’avversario, per tornare a giocare in casa. E’ stata per noi una partita “matura”: abbiamo tenuto al 33% del campo i nostri avversari che sono dei grandi tiratori, dominando a rimbalzo, facendo tutte le cose che una squadra che vuole vincere deve fare, perché una squadra non può dipendere dalle proprie percentuali di tiro. Inoltre, sono contento perché stiamo riuscendo ad entrare più velocemente nei giochi, avendo poi più tempo per selezionare i nostri tiri”.

APU OLD WILD WEST UDINE – STAFF MANTOVA 69-57 (20-19, 40-26, 57-43)

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 12 punti, Walters 12, Mussini 6, Pieri ne, Esposito 1, Giuri 9, Nobile, Pellegrino 9, Italiano 11, Azzano ne, Lacey 7, Ebeling 2. All. Matteo Boniciolli.

STAFF MANTOVA: Lo ne, Iannuzzi 11, Mastellari 3, Stojanovic ne, Saladini 4, Cortese 14, Laganà 6, Basso, Spizzichini 2, Thompson 17. All. Gennaro di Carlo.